Dieta Crudista per Dimagrire: Benefici, Esempio, Menu e Ricette per iniziare

Cos’è

Il regime crudista prevede un’assunzione ipocalrica dei cibi non cotti e per ciò non trasformati, eliminando allo stesso tempo le preparazioni sterilizzate, pastorizzate, lavorate e preferendo una provenienza di origine biologica. Allo stesso tempo con la dieta crudista è possibile perdere peso e assumere tutti quei nutrienti invece persi tramite la cottura dei cibi e la loro lavorazione.



I crudisti non sono dunque né vegetariani, né vegani, nonostante molti sostenitori di questo regime scelgano di non introdurre carne e pesce all’interno della propria alimentazione. Per questo motivo la dieta crudista viene suddivisa in crudisti vegani, vegetariani e crudisti onnivori.

Il concetto della cottura dei cibi spinge il nostro organismo a cibarsi più del necessario e da qui possiamo riallacciare il concetto dell’aumento di peso.

Tuttavia sono concesse basse temperature di cottura purché non superino i 40 gradi. Gli alimenti permessi all’interno del regime crudista sono:

  • frutta e verdura cruda in frullati;
  • semi come semi di lino e semi di chia ricchi di omega 3;
  • frutta secca;
  • cereali integrali;
  • latte non pastorizzato;
  • yogurt e formaggi di latte crudo;
  • tofu;
  • carne e pesce crudo;
  • semi crudi di cacao ricchi di antiossidanti e flavonoidi;
  • grano germogliato ricco di sali minerali, acidi grassi, vitamine e aminoacidi essenziali;
  • semi di canapa ricchi di Omega 3 ed Omega 6;
  • bacche di Goji ricche di antiossidanti, vitamine e fibre;
  • polline ricco di proteine.

 

Come Iniziare

La dieta crudista predilige un tipo di preparazione di carni, pesci e verdure che possono essere consumate crude, o non cotti oltre i 48/50 gradi.

Questo particolare regime dietetico sostiene che le temperature al di sopra di quelle appena citate concorrano alla distruzione degli enzimi necessari alla digestione e alla perdita di importanti vitamine e minerali. Inoltre la cottura dei cibi ne aumentà l’acidità, favorendo l’insorgere di alcune patologie.

Nel complesso la dieta crudista si basa su elementi come:

  • Frutta,
  • Verdura,
  • Frutta con guscio,
  • Semi,
  • Germogli,
  • Succhi di frutta freschi senza zucchero.

 

Benefici

Attraverso il regime crudista è possibile prevenire e curare emicranie, acne, allergie, reflusso gastroespfageo, artrite, diabete, patologie degli occhi, dello stomaco, dei polmoni, dell’intestino, ecc.

Consumare cibi crudi aiuta l’organismo a disintossicarsi, migiorando e rafforzando il sistema immunitario e la memoria a breve e lungo termine.

Studi medici hanno confermato il suo effetto anti cancro, molti oncologi affiancano un regime alimentare crudista alle cure standard.

Secondo uno studio effettuato dai sostenitori del regime crudista il nostro DNA, in quanto simile a quello dei gorilla, non necessiterebbe di alimenti diversi dalla tipica alimentazione erbivora e cruda degli animali stessi. Per lo stesso motivo sono nate in seguito anche diete più restrittive come quella che prevede un’alimentazione cruda a base di sola frutta, fresca o secca e quella igienista a sostegno della crudista e di quella vegana, a base di soli centrifugati e digiuno depurativo.

Tra gli altri effetti benefici già descritti, il regime crudista consente la perdita del grasso in eccesso, poiché le calorie della maggior parte degli alimenti inseriti nella dieta vengono per l’appunto consumati crudi e a basso contenuto di calorie, grassi e sodio. L’apporto di fibre risulta invece incentivato, come l’assorbimento delle Vitamine, dei sali minerali, delle sostanze fitochimiche.

Quasi tutti i soggetti che si avvicinano alla dieta crudista scelgono di eliminare la maggior parte dei cibi di origine animale, per questo motivo le fonti di assunzioni di proteine e ferro dovranno essere constantemente monitorate e integrate nel modo corretto. In alcuni casi si rivela necessario introdurre tali sostanze attraverso l’uso di integratori specifici. Tuttavia le proteine non introdotte attraverso carni e pesci possono essere recuperate dalla frutta a guscio e dai semi. Le verdure a foglia verde risultano invece essere ricche di ferro, calcio, vitamine e minerali.



E’ stato provato che persino durante gli allenamenti di bodybuilding, seguendo una dieta crudista, è possibile aumentare la parte muscolare magra e ridurre il grasso in eccesso, sfatando il mito delle uniche proteine assunte attraverso le carne.

I nutrizionisti non disdegnano del tutto la possibilità di un regime crudista, ma per alcune verdue, come ad esempio carote, spinaci, patate dolci e peperoni (contenenti licopene nei pomodori e gli antiossidanti nei carotenoidi) la semplice masticazione non favorisce l’assorbibento quanto la cottura di questi cibi in particolare. In un regime crudista fai da te si rischiano alcunecarenze come Calcio, Ferro, Vitamina B12, Vitamina D, Acidi grassi come Omega-3.

E’ quindi consigiato rivolgersi al proprio nutrizionista per studiare insieme una tabella alimentare adatta alle singole condizioni fisiche di ogni soggetto.

Il programma della dieta crudista permette un risultato rapido sulla perdita di peso proprio in conseguenza alla completa eliminazione dei cibi lavorati, preconfezionati, ricchi di zucchero e grassi.

Per non rischiare abbuffate improvvise il regime crudista l’assunzione di alimenti suddivisi in più pasti, in piccole dosi, senza eccessi.

Tuttavia, per variare e concedersi uno strappo alla regola, ogni tanto è consigliabile scegliere di cuocere i cibi a basse temperature.

 

Esempio

Colazione: muesli crudista.

Spuntino: 1 frullato di frutta con semi.

Pranzo: spaghetti di zucchine con pesto di avocado.

Merenda: 1 frutto.

Cena: insalata caprese con olive.

 

Menu Settimanale

Lunedì

Colazione: latte vegetale (latte di riso, sesamo, cocco, mandorle o soia) o non pastorizzato, frutta fresca, centrifugato di frutta.

Spuntino: Yogurt, centrifugati di frutta o verdura,  finocchi o sedano.

Pranzo: carpaccio di tonno, insalata con lattuga, funghi e carote.

Cena: Sushi raw, insalata con pomodori, finocchi, zucchine e bacche di Goji.

 

Martedì

Pranzo: Polpo al limone e olio extravergine di oliva, crema di anacardi e semi di girasole, banane e kiwi.

Cena: Carpaccio di manzo, patate scaldate.

 

Mercoledì

Pranzo: Zuppa d’orzo, insalata con lattuga, avocado, pomodorini, olive verdi, foglie di spinacio.

Cena: Macedonia con banane, papaya e datteri.

 

Giovedì

Pranzo: Inoltini di zucchine, formaggio stagionato semplice.

Cena: Zuppa di mandorle, coriandolo e aglio, gelato crudista.

 

Venerdì

Pranzo: Pomodori ripieni, insalata a foglia verde.

Cena: Pizza raw.

 

Sabato

Pranzo: Lasagne raw.

Cena: Riso di cavolfiore, insalata al mango.

 

Domenica

Pranzo: Zuppa di barbabietola, avocado e crema di anacardi.

Cena: Pesce o carne cruda, insalata a foglia verde, tiramisù crudista.

 

Ricette Crudiste

Spaghetti di Zucchina

Per preparare degli spaghetti di zucchina ricavate fettine sottilissime dall’ortaggio, conditeli con una salsa a crudo di pomodori secchi, pistacchi e cipolla rossa. Spolverate di parmigiano.

 

Insalata Crudista

Per preparare un’ottima insalata cruidsta serviranno dei funghi crudi, rape rosse, germogli di soia, carpaccio di polpo affettato sottilissimo, condita con succo di limone e olio extravergine d’oliva.

 

Chutney di Frutta o Verdura

Ingredienti

150 g di anacardi,

100g di noci,

100g di noci brasiliane.

 

Preparazione

Lasciare in ammollo per una notte la frutta secca; frullare poi la frutta secca ammollata con poca acqua di ammollo e porre in un contenitore da ricotta. Lasciare in frigorifero a riposare per due giorni e mettere il tutto in essiccatore. Conservare in frigorifero per massimo 2 settimane.