Punti Digitopressione per Mal di Schiena

Il mal di schiena ha diverse origini e differenti fattori scatenanti, ma solitamente si manifesta in seguito alla natura meccanica provocata da un trauma improvviso. Un’improvviso sforzo a lavoro, durante un allenamento, in un movimento azzardato, possono concorrere allo scatenare dei classici sintomi doloranti. Solamente in alcuni rari casi più gravi il sintomo può essere un sentore di disturbi più critici come un’artrite infiammatoria, un’infezione o anche un tumore.



Se il dolore ha origine meccanica i possibili trattamenti per combatterlo includono la digitopressione, l’agopuntura, la fisioterapia, cure chiropratiche e la massoterapia.

 

DIGITOPRESSIONE: COME FUNZIONA

La digitopressione è basata sulla stimolazione di specifici punti muscolari attraverso la pressione dei pollici, di tutte le dita o dei gomiti. Per anni è stata applicata con successo in Cina e si serve degli stessi principi utilizzati dall’agopuntura per garantire benessere e allentare lo stress. Per questo motivo viene spesso paragonata all’agopuntura definita “senza aghi”.

Proprio la medicina cinese tradizionale sostiene la presenza di questi speciali punti di digitopressione lungo i meridiani del corpo. I cinesi ritengono che attraverso queste linee invisibili dove viene applicata la digitopressione fluisca l’energia vitale detta “qi”.

Il qi sarebbe in grado di connettere organi, o insiemi di organi, specifici creando una comunicazione continua in tutto il corpo. Stando alla stessa teoria, in caso di un meridiano bloccato o squilibrato, può venire a verificarsi una situazione patologica all’interno dell’organismo.

La digitopressione mira essenzialmente a questo, a riportare l’equilibrio all’interno e all’esterno del corpo.

I professionisti della digitopressione si servono delle dita, dei palmi delle mani, dei gomiti o dei piedi per rilasciare pressione sui punti energetici del corpo.



Durante la terapia il paziente viene fatto sdraiare su di un lettino con indosso i propri abiti, per circa un’ora di seduta. Alcuni esperti sono convinti che l’equilibrio ripristinato nel corpo grazie a questa pratica coinvolga anche la mente, lo spirito e le emozioni.

BENEFICI DEL TRATTAMENTO DELLA DIGITOPRESSIONE

  • riduzione di nausea e vomito dopo interventi chirurgici, dopo la chemioterapia e correlati alla gravidanza;
  • miglioramento dei livelli energetici;
  • diminuzione dello stress accumulato;
  • miglioramento dei dolori posturali;
  • riduzione del dolore;
  • rilascio di endorfine;
  • miglioramento dell’umore;
  • miglioramento dell’artitre;
  • miglioramento dell’emicrania;
  • miglioramento del dolore lombare;
  • effetti antinfiammatori.

La terapia digitopressione è fortemente sconsigliata soltanto nei seguenti casi:

  • in casi di tumori diffusi;
  • in caso di artrite reumatoide, lesioni spinali o malattie ossee che potrebbero essere aggravate dalla manipolazione sul corpo;
  • in presenza di vene varicose;
  • in stato di gravidanza.

 

EFFETTI SUL MAL DI SCHIENA

Il trattamento della digitopressione avviene applicando una pressione per 3 minuti circa sulla mano nella linea immaginaria tra il mignolo e il medio. Sul dorso a 3 cm circa dalla prima vertebra lombare, dietro il ginocchio (al centro sul nervo tibiale), al centro del polpaccio in un incavo a forma di V capovolta, all’interno della caviglia tre dita sopra il malleolo fra il polpaccio e la tibia. Alcune pressioni possono sembrare dolorose, ma in seguito alla seduta rilasceranno il suo effetto, alleviando i sintomi dei fastidi alla schiena, migliorandone la postura stessa.