Olio essenziale di maggiorana, proprietà e benefici

Olio essenziale di maggiorana, proprietà e benefici

L’olio essenziale di maggiorana viene ricavato dall’origano maggiorana, una pianta erbacea perenne particolarmente aromatica appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, nonché al genere Origanum.



Le pianta di maggiorana assumono un’altezza compresa tra i 20 e i 60 centimetri, sotto una forma biologica denominata  emicriptofita scaposa, presentando un ciclo biologico generalmente perenne, gemme svernanti a livello del suolo sotto la protezione della neve o della lettiera.

L’asse fiorale della pianta di maggiorana assume una forma eretta, sprovvisto il più delle volte di foglie. All’interno dei territori a clima rigorosamente freddo le piante di maggiorana presentano un ciclo annuale.

Le radici della pianta consistono in fittoni, mentre le foglie presenti si trovano disposte in modo opposto, picciolate da una lamina interna, di colore verde. Le infiorescenze della maggiorana sono invece caratterizzate da spighe peduncolate con fiori e brattee dalla superficie pelosa.

I fiori presentano quattro verticilli e pentameri, con una fioritura durante il periodo di giugno-settembre, per una tonalità di colore dal bianco al rosa pallido.

L’area di origine della maggiorana si trova in Saharo-Sindhu, ovvero nel Nord Africano/Ovest Asiatico, coltivata anche in Italia e nel resto d’Europa.

La pianta viene comunemente utilizzata sia in cucina a scopo alimentare come spezia, sia all’interno degli oli essenziali in correlazione con le proprietà benefiche balsamiche, analgesiche, conto i malanni di stagione.

Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche legate all’impiego dell’olio essenziale di maggiorana, soffermandoci sulle proprietà benefiche per l’organismo e sulle eventuali controindicazioni.



Olio essenziale di maggiorana: tutte le proprietà benefiche

L’olio essenziale di maggiorana viene ampiamente sfruttato per via delle sue proprietà benefiche in presenza di disturbi fisici, sfruttando un metodo del tutto naturale, in alternativa ai classici rimedi farmacologici.

L’olio essenziale a base di maggiorana presenta non a caso una ricca quantità di tannini, flavonoidi e terpeni in grado di incrementare le proprie azioni benefiche.

In presenza di tosse e stati raffreddanti l’olio essenziale di maggiorana potrà essere impiegato all’interno di suffumigi, come olio massaggiante in presenza di dolori reumatici e crampi addominali, come sedativo rilassante in aggiunta ad un bagno caldo.

L’olio essenziale di maggiorana presenta inoltre proprietà benefiche antibatteriche, funghicide, cosmetiche, rinforzanti per le difese immunitarie, stomachiche, antifermentative, toniche, carminative, dal potere digestivo, emmenagoghe.

Attraverso i massaggi l’olio essenziale di maggiorana viene sfruttato come rimedio naturale a contrasto dei dolori neuro-muscolari, favorendo un’azione riscaldante e rilassante.

Il suo impiego trova efficacia anche in presenza di insonnia, stati di sofferenza psichici, paure e angosce, indicato per qualsiasi tipologia di disturbo psichico.

Contro l’insonnia si potranno assumere 4-6 gocce all’interno di una zolletta di zucchero, come massaggiante contro il mal di testa, in posologia di 10-20 gocce in 100 ml di alcool contro i reumatismi frizionando sull’area di interesse, 10 gocce all’interno della basca da bagno, come purificatore dell’aria in aggiunta ai deumidificatori in poche gocce.

L’olio essenziale di maggiorana potrà essere utilizzato anche per effettuare pediluvi e maniluvi.

Olio essenziale di maggiorana: tutte le controindicazioni

L’olio essenziale di maggiorana, come la maggior parte degli oli, dovrà essere evitato durante il periodo della gravidanza e l’allattamento, nonché in dosi elevate.