Come ottenere l’effetto bedhead

Come ottenere l'effetto bedhead

L’effetto bedhead rappresenta una delle alternative versioni di acconciatura particolarmente di moda durante il corso degli ultimi anni, ma anche particolarmente utile in presenza di una tipologia di capelli “ingestibili” tramite i rimedi più tradizionali.



Quando si parla di effetto bedhead è bene soffermarsi sulla tipologia specifica di capigliatura alla quale si rivolge, ovvero uno stile di capelli tra il crespo e il mosso, oppure il riccio, ma molto poco definito e difficile da trattare.

Grazie all’effetto bedhead si potrà andare a realizzare una pettinatura spettinata sopperendo alla negatività dei capelli mossi tendenti al crespo, rendendo l’acconciatura estremamente trandy.

Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire e riportare tutte le linee guida necessarie alla realizzazione dell’effetto bedhead, al fine di poter ricreare un’acconciatura spettinata ma allo stesso tempo elegante, adatta a qualsiasi evenienza ed occasione, indicata soprattutto per i capelli ricci e crespi.

L’effetto bedhead potrà essere facilmente eseguibile anche presso il proprio domicilio, munendosi semplicemente di un kit di prodotti specifici e necessari.

Come ottenere l’effetto bedhead: guida pratica da seguire

L’effetto bedhead consentirà a tutti i soggetti presentanti una capigliatura tendente al mosso e al crespo di ottenere uno stile spettinato, ma allo stesso tempo curato.

Tra i prodotti necessari per realizzare un’acconciatura basata sull’effetto bedhead occorrerà uno shampoo specifico per i capelli fini, una lacca di buona qualità ad alta tenuta fissante, una spazzola arricciacapelli, uno spray volumizzante.



A questo punto i capelli dovranno essere lavati come di solito, preoccupandosi di detergere la capigliatura esclusivamente con l’impiego di uno shampoo pensato per i capelli fini. Successivamente gli stessi potranno essere tamponati con l’impiego di un’asciugamano di spugna, asciutti tramite phon e diffusore, oppure in modo naturale ai raggi solari in presenza della stagione estiva.

Prima ancora di procedere ad un’asciugatura completa dei capelli dovrà essere applicato uno spray volumizzante dal cuoio capelluto alle punte dei capelli, massaggiando il tutto con l’impiego delle dita.

Successivamente, sempre con l’aiuto delle mani, si dovranno smuovere le ciocche di capelli andando a ricreare un effetto spettinato e al tempo stesso definito.

Per completare il tutto, in presenza di una capigliatura completamente asciutta, si potrà riscaldare utilizzare una spazzala arricciacapelli per andare a ricreare l’effetto mosso desiderato, in modo non del tutto preciso.

In alternativa si potrà utilizzare anche una piastra, lasciandola agire per pochi minuti su tutte le ciocche di capelli. Creato l’effetto boccoli si consiglia di rivoltare la capigliatura all’ingiù per poi allargare a piacimento i ricci con le mani, senza andare ad utilizzare la spazzola in questo caso.

Grazie a tale tecnica la capigliatura risulterà immediatamente volimizzata, tenuta dall’impiego della lacca in presenza dei capelli lasciati sciolti, oppure legati in qualsiasi acconciatura si scelga di fermarli.

Il look ottenuto dall’effetto bedhead potrà esser utilizzato per qualsiasi occasione, dalle acconciature quotidiane, alle attività professionali, nelle ricorrenze più importanti, adattandosi perfettamente ad ogni necessità di abbigliamento.

Lo stesso effetto potrà inoltre essere ricreato a livello professionale presso qualsiasi parrucchiere in presenza di diversi tagli e lunghezze di capelli. A differenza dell’effetto spettinato il  bedhead tenderà a sanare il crespo della capigliatura, definendo maggiormente il volume e i ricci.