Come combattere la Nausea in Gravidanza

Come combattere la Nausea in Gravidanza

Le nausee mattutine, compresi i sintomi che si protraggono anche per il resto dell’intero arco della giornata, rappresentano uno dei disturbi più frequenti avvertiti dalle donne in stato di gravidanza.



Come sempre è doveroso specificare tuttavia i corredi sintomatici possono variare da soggetto a soggetto, mostrandosi del tutto assenti o maggiormente insistenti in alcune gestanti. Ogni gravidanza inoltre si differenzia per sintomi ed eventuali complicazioni o assenza di particolari disturbi, questo anche a riguardo dello stesso soggetto con precedenti gravidanze alle spalle.

Le statistiche comprendono circa un 90% delle donne gestanti che hanno sofferto di nausee durante il corso dei nove mesi di gestazione, o per lo meno durante il primo trimestre. Il disturbo può concentrarsi soprattutto al mattino appena alzate, ma allo stesso modo potrebbe comprendere anche la fascia odierna e serale come affermato nelle righe precedenti.

Il tutto dipenderà esclusivamente dai casi e dai diversi soggetti senza possibilità di previsioni anche se il fastidio viene generalmente associato con maggiore probabilità alla prima gravidanza per le giovani donne, oppure in seguito a gravidanze successive.

Le gestanti che presentano un corredo sintomatico come il reflusso gastroesofageo precedente alla fecondazione risultano invece più esposte alla possibile comparsa delle nausee.

Nausea in Gravidanza: quando compare solitamente?

I primi sintomi legati alla nausea gravidica tendono a comparire generalmente intorno alla quinta/settima settimana di gestazione, protraendosi per circa sei settimane prima di assestarsi e di scomparire. Nei casi più gravi invece la nausea potrebbe accompagnare l’intero percorso della gravidanza poiché, una minima percentuale di donne, ha ammesso di esserne stata affetta sino al momento del parto.

In alcuni casi la nausea potrebbe essere accompagnata dal vomito, rendendo difficoltoso alimentarsi con tranquillità e serenità.



Nausea in Gravidanza: quali sono le Cause?

Le cause all’origine della nausea gravidica, così come per l’ipersensibilità a specifici odori o sapori, non risultano scientificamente provate. Alla base del disturbo potrebbero coesistere diverse cause come i cambiamenti ormonali, un periodo di stress ed ansia, l’allungamento della parete intestinale, l’aumento del progesterone con conseguente stipsi, ecc.

Nausea in Gravidanza: come Contrastarla

Come contrastare i sintomi della nausea gravidica senza nuocere alla salute del nascituro e della gestante stessa? Tra i rimedi naturali privi di controindicazioni si trovano alcuni accorgimenti importanti.

Primo tra questi la suddivisione di piccoli pasti all’interno dell’arco della giornata a riguardo di colazione, pranzo e cena. Gli alimenti responsabili di un ipersensibilità agli odori dovranno essere momentaneamente esclusi, mentre l’abbinamento di acqua dovrà essere distanziato dai pasti di almeno 30 minuti circa.

Utilizzare i braccialetti per la digitopressione potrebbe rappresentare un ulteriori rimedio. Alcuni studi hanno invece evidenziato come i cibi associati allo zenzero siano in grado di ridurre il fastidio di nausea e vomito in gravidanza.

In presenza dell’assunzione di integratori specifici per la gravidanza gli stessi dovranno essere preferibilmente assunti alla sera prima di coricarsi, mentre la vitamina B6 risulta fra le più indicate contro la nausea gravidica.

Nei casi più gravi, con un riscontro di nausea per l’intero arco della giornata, ci si dovrà affidare al parere del proprio medico curante evitando di assumere farmaci autonomamente.