Vai al contenuto

Luteina: Cos’è, a Cosa Serve, Dove si Trova, Integratore e Controindicazioni

    Luteina

    Forse non tutti sono a conoscenza che esiste un carotenoide che è molto importante per preservare il benessere della vista, ovvero la Luteina che filtrando i raggi prodotti del sole agisce sugli occhi facendogli da scudo protettivo. Ma che cos’è nello specifico? Qual è la sua funzione? E in quali alimenti è possibile trovarla?

     

    Cos’è

    Come abbiamo già detto all’inizio di questo articolo la Luteina è un carotenoide, per essere più precisi (e magari anche più chiari nella spiegazione) si tratta di un legame a livello molecolare tra la Vitamina A e il Beta-carotene, che unita alla Zeaxantina (la quale appartiene sempre alla classificazione dei carotenoidi) crea il pigmento situato in quella parte della retina dove vengono composte le immagini.

     

    A Cosa Serve

    Il compito principale della Luteina è quello di difendere gli occhi da un’eccessiva esposizione ai raggi solari, i quali potrebbero causare seri danni, quindi questo vuol dire che la sua funzione sostanzialmente è quella di essere uno scudo contro ai raggi ultravioletti e alla luce blu.

    Invece per ostacolare le ROS (Specie Reattive dell’Ossigeno) si avvale dell’aiuto della Zeaxantina con cui attua un’azione antiossidante, inoltre sempre collaborando insieme i carotenoidi riescono a limitare il formarsi della lipufuscina, che accumulandosi causa fastidi alla vista.

     

    Dove si Trova

    Purtroppo Luteina è una molecola che l’organismo non è in grado di produrre da solo, quindi per questo motivo è molto importante introdurla tramite l’alimentazione, in modo tale da evitare l’insorgere di problemi come la cataratta e la degenerazione maculare, e si trova:

    • In tutte le verdure a foglie verdi come ad esempio i broccoli, il cavolo nero, la lattuga, gli spinaci e i cavolini di Bruxelles in cui è presente partendo da un minimo del 15% fino a un massimo del 47%
    • Nel Mais dove è presente al 60%
    • Nel Kiwi dove è presente al 54%
    • Nel Tuorlo d’uovo dove è presente al 60%
    • Nei Piselli
    • Nell’Uva
    • Nei Fagiolini
    • Nell’Anguria
    • Nel Peperone verde
    • Nel Melone d’Inverno
    • Nella Zucca
    • Nella Mela appartenente alle qualità Red Delicious
    • Nelle Zucchine
    • Nei Cipollotti
    • Nel Sedano.

     

    Integratore

    Inoltre, volendo, in alternativa si può anche introdurre la Luteina con gli integratori alimentari, però in questo caso è opportuno ricordarsi di prendere alcuni piccoli accorgimenti per evitare controindicazioni, ovvero:

    • Che il pasto sia caratterizzato da un alto contenuto di grassi, perché in questo modo la molecola viene assorbita in modo migliore
    • Evitare di assumere  nello stesso momento il Beta-Carotene, in quanto questo entra in contrasto con la Luteina e può causare una minore assimilazione di questa molecola
    • Fare attenzione alle Vitamina E, perché non si limita a causare un rallentamento nell’assimilazione della Luteina ma può annullarne gli effetti
    • La Fibrosi Cistica è una delle maggiori cause che comportano il rallentamento dell’assorbimento della Luteina

     

    Controindicazioni

    Infine si ricorda che bisogna anche rispettare la dose giornaliera consigliata, che in base alle disposizioni date dall’Efsa (Autorità Europea per la sicurezza alimentare) bisogna assumere 1 mg di Luteuna per kg corporeo, in quando se si esagerasse troppo si rischierebbe di ritrovarsi con la pelle di colore giallo, un problema comune risolvibile.