Le tecniche di massaggio da abbinare alla crema dall’effetto snellente

Le tecniche di massaggio da abbinare alla crema dall’effetto snellente

Quali sono i trattamenti massaggio maggiormente indicati da abbinare alla crema dall’effetto snellente? Prima ancora di addentrarci all’interno dei consigli specifici si dovrà cercare di comprendere scopi e finalità del trattamento stesso.



La creme snellente, disponibile in commercio sotto diverse formulazioni e marche, consiste in un trattamento che promette la perdita di alcuni centimetri o taglie, spesso riferita al girovita e alla circonferenza delle cosce. Ma funzionano davvero?

L’obiettivo principale dei trattamenti snellenti in crema si rapporta essenzialmente alla riduzione delle adiposità localizzate, andando ad incentrarsi sul pannicolo adiposo superficiale, contrastando la cellulite e il volume della stessa.

Il solo impiego delle creme snellenti non risulta tuttavia sufficiente, né miracoloso, proprio come per il resto dei prodotti dimagranti. Alla crema snellente dovranno quindi essere abbinate una dieta alimentare sana ed equilibrata, all’occorrenza ipocalorica, uno stile di vita corretto, il giusto apporto di acqua giornaliera e una costante attività fisica.

Gli ingredienti specifici delle creme snellenti andranno ad incrementare l’attività della microcircolazione ematica e linfatica, al fine di promuovere la diuresi e l’eliminazione sia delle tossine che dei liquidi in eccesso.

I trattamenti snellenti si servono inoltre di principi attivi ad origine ormonale in grado di velocizzare il metabolismo lipidico in abbinamento anche ai trattamenti massaggianti specifici.

Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche delle creme snellenti, soffermandoci in particolar modo sull’importanza e l’efficacia dei trattamenti massaggianti, seguendo i consigli dei maggiori esperti.



Creme Snellenti e Massaggi: tutto quello che occorre sapere

I trattamenti snellenti in crema andranno a migliorare sia lo stato della pelle esterna, sia la concentrazione delle adiposità poste in superficie, attivandosi direttamente sul metabolismo lipidico.

Tuttavia, come specificato nel corso delle righe precedenti, il solo trattamento specifico non produrrà alcun effetto positivo senza essere affiancato da una corretta alimentazione, stile di vita, idratazione, attività fisica e tecniche di massaggio.

In commercio si trovano facilmente diverse creme snellenti incentrate su specifiche aree del corpo a maggior ristagno di liquidi e adiposità, soprattutto in direzione di pancia, fianchi e cosce.

In abbinamento alle tecniche di massaggio mirate le creme snellenti si dimostrano in grado di attivare la microcircolazione nelle zone più critiche, favorendo il rilascio dei liquidi in eccesso, una maggiore tonicità della pelle e l’eliminazione delle tossine.

I massaggi dovranno essere effettuati per almeno cinque giorni alla settimana, suddividendo un programma di applicazione del trattamento unito ai massaggi sia al mattino che alla sera.

In soli dieci minuti si potranno così ottenere effetti a lungo termine sulle aree di interesse, tramite movimenti ad effetto lisciante sulla cute partendo dai piedi, risalendo sino alle anche.

Al fine di stimolare la microcircolazione si dovranno effettuare delle pressioni e decompressioni attraverso movimenti dolci ripetuti più volte per zona.

I massaggi dovranno essere conclusi infine tramite esercizi definiti ad “impasto”, al fine di promuovere un rassodamento della cute, pizzicando la pelle con l’impiego del pollice e dell’indice per poi compiere movimenti replicando l’azione di impastare la farina. Questi esercizi si rivelano particolarmente efficaci soprattutto in direzione delle cosce e dell’addome.