Dieta Equilibrata Dimagrante

Molto spesso, quando si vuole perdere peso, l’errore più comune e controproducente è quello di ridurre al minimo le calorie, passando da fasi di completo digiuno ad un apporto energetico irregolare per l’organismo. Ricordiamo infatti che il digiuno prevede un illusorio dimagrimento di liquidi e massa magra, rallentando ulteriormente il metabolismo basale.



Perdere perso è possibile, ma soltanto avvalendosi di una dieta sana ed equilibrata, nel rispetto delle condizioni fisiche del proprio corpo e del proprio stato di salute.

Affidarsi al parere di un esperto nutrizionista è sempre la scelta migliore, perdendo peso gradualmente, con costanza ed esercizio fisico, assicurando al copro una stabilità duratura, allontanando il rischio di riacquistare i chilogrammi perduti a causa di errate abitudini.

Una dieta ipocalorica troppo rigida e severa è spesso causa di molti insuccessi nel tempo, con improvvise abbuffate e perdita del controllo, nonché responsabili di un umore alterato dovuto alle privazioni.

Esistono metodi equilibrati in grado di aiutarvi nella perdita ponderale, perfettamente adattabili anche in soggetti con particolari disturbi, come ad esempio il colesterolo alto.

 

DIETA MEDITERRANEA PER DIMAGRIRE EQUILIBRATAMENTE

La dieta mediterranea è una delle diete più famose e consigliate per perdere peso è quello del regime mediterraneo. Generalmente l’apporto consigliato per perdere peso con la dieta mediterranea si aggira intorno alle 1200 calorie, fornendo tutti i nutrimenti necessari al corpo.

Un esempio pratico di una dieta equilibrta e dimagrante prevede 5 pasti divisi in colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena.

 



ESEMPIO DI UN MENU’ EQUILIBRATO PER PERDERE PESO

Colazione: una tazza di tè privo di zuccheri, due biscotti integrali (in alternativa è possibile consumare dello yogurt magro con della frutta fresca di stagione, un centrifugato, oppure una spremuta d’arancia o agrumi).

Spuntino: un futto di stagione, in alternativa un centrifugato oppure una tisana o infuso.

Pranzo: pasta integrale (50/60 grammi) con verdura lessata o passata di pomodoro fresco, un cucchiaino di olio extra vergine di oliva; pinziomonio di verdure crude.

Merenda: un frutto di stagione, oppure una macedonia fresca non zuccherata, o un frullato di frutta fresca e latte scremato senza zucchero.

Cena: verdure lesse o grigliate, carne bianca o pesce, in alternativa un minestrone leggero di legumi.

 

Andranno evitati tutti quei cibi confezionati, gli insaccati, i formaggi stagionati, il burro, margarine, salse e condimenti di origine industriale, le bevande gassate e zuccherate, gli alcolici, i dolci, le farine raffinate, l’abuso di caffè, gli snack come le patatine fritte in busta, gli spuntini dolci, ecc. Tuttavia uno strappo alla regola una volta alla settimana sarà sempre concesso e gratificante, prestando attenzione a non esagerare con le porzioni.

I cibi consigliati saranno frutta, verdura, carne magra, pesce magro, formaggi freschi a basso contenuto di grassi, centrifugati senza zucchero, frullati casalinghi, tè, camomilla, infusi, due litri di acqua al giorno, ecc.

Un regolare esercizio fisico velocizzerà il processo di dimagrimento, mentre consumare più pasti al giorno, in porzioni limitate, aiuterà il metabolismo basale a riattivarsi, mentre attraverso il digiuno si otterrà l’effetto contrario.

Sarà sufficiente camminare a passo veloce per circa 30/40 minuti al giorno per ottenere dei risultati senza il bisogno di praticare esercizi e sport intensi.