Come fare il gel ai semi di methi

Come fare il gel ai semi di methi

Il methi costituisce un potente alleato per la salute della propria capigliatura, conosciuto più comunemente come fieno greco, ricco di mucillagini e fitoestrogeni. Questa tipologia d’erba era già conosciuta ai tempi dell’antica Persia e dell’antico Egitto, presente nei giardini dei monaci benedettini nel territorio delle Alpi.



In cosmetica il methi viene utilizzato contro la caduta dei capelli, un disturbo che riguarda diversi soggetti e che comporta notevoli disagi estetici e psicologici. Allo stesso tempo il methi viene utilizzato anche per incrementare la ricrescita della capigliatura, presentando anche lipidi, ferro, vitamine, saponine, sali minerali e altri nutrienti.

Il gel di semi di methi può essere facilmente riprodotto in casa in modo semplice e veloce, seguendo alcune pratiche linee guida. Attraverso questo specifico articolo ci occuperemo di riportare la corretta procedura per la realizzazione del gel a base di semi di methi da applicare sui capelli, soffermandoci sugli effetti benefici e sulla distribuzione del preparato.

Come fare il gel ai semi di methi: guida completa per realizzarlo

Il gel a base di semi di methi può essere facilmente riprodotto anche a livello amatoriale casalingo, munendosi di tutti gli ingredienti necessari.

Occorreranno quindi semi di methi, infuso di erbe oppure acqua calda, cappello di lana, cuffia per i capelli da doccia, un colino, un pentolino.

Tra le proprietà ad azione benefica sui capelli possedute dai semi di methi si trovano un incremento della crescita dei capelli, prevenzione contro la caduta degli stessi, un’azione antinfiammatoria, una corretta igiene del cuoio capelluto, incrementando la luminosità e la morbidezza dei capelli.



Il cosiddetto fieno greco potrà essere acquistato presso i negozi specializzati, oppure presso gli store online, mentre per realizzare il gel a base di semi di methi sarà sufficiente un solo cucchiaio di preparato, oltre a 250 grammi di infuso alle erbe o acqua calda.

Che si tratti di acqua o infuso dovrà essere lasciato bollire all’interno di un pentolino, aggiungendo progressivamente il methi e continuando a mescolare il tutto. Al momento della bollitura si potrà spegnere il fuoco e lasciar riposare il tutto sino al raffreddamento.

I semi di methi, attraverso il processo termico di bollitura, subiranno in incremento del proprio volume finendo per aprirsi letteralmente. I semi dovranno essere schiacciati direttamente sul fondo del pentolino in modo tale da farli aprire del tutto, passando quindi il tutto attraverso un colino al fine di eliminare tutte le impurità in eccesso.

I semi dovranno tuttavia essere schiacciati all’interno del colino per almeno un’ora di tempo per ottenere il gel tipico e spumoso ideale. La giusta consistenza ricorderà quella di una crema o di una maionese, assumendo una colorazione simile al miele.

Al tocco con i polpastrelli il composto dovrà rilasciare una patina viscida, in conseguenza al rilascio delle mucillagini, mentre il gel avanzato potrà essere conservato in frigorifero per un periodo massimo di 2-3 giorni.

Il gel a base di semi di methi dovrà essere applicato per circa un’ora di posa sull’intera capigliatura in precedenza lavata e coperta successivamente con l’impiego di una cuffia e un cappello di lana.