Come applicare il correttore per ottenere un effetto naturale

Come applicare il correttore per ottenere un effetto naturale

Il correttore risulta ormai un cosmetico irrinunciabile all’interno dei prodotti make up per la bellezza del viso e la copertura delle imperfezioni. Ma come procedere alla sua applicazione corretta al fine di poter ottenere un effetto il più naturale possibile?



I correttori sono stati introdotti sul mercato con l’obiettivo preciso di mascherare alcune imperfezioni cutanee, ad esempio le occhiaie, disponibili sotto diverse formulazioni e tipologie abbinate anche alle differenti texture di cute.

Più generalmente il correttore viene utilizzato per coprire occhiaie, brufoli, punti neri, macchie ed inestetismi della pelle, dimostrandosi allo stesso tempo in grado di evidenziare le stesse imperfezioni sotto un’applicazione errata.

I correttori, allo stesso modo del fondotinta, consentono una copertura uniforme e omogenea mascherando efficacemente le imperfezioni seguendo alcuni consigli basilari.

Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche del correttore in relazione ad un effetto naturale senza appesantire la pelle del viso, soffermandoci sui consigli degli esperti del settore cosmetico.

Come applicare il Correttore per avere un effetto naturale: tutto quello che occorre sapere

A differenza del classico fondotinta il correttore copre aree del viso specifiche, soffermandosi sulla copertura delle piccole imperfezioni come quelle citate in precedenza.

Una primissima versione del correttore risale al 1938, immessa sul commercio dal brand aziendale Max Factor, estendendosi nel corso degli anni a varie formulazioni in grado di adattarsi a tutte le tipologie di pelle.

Proprio in relazione delle diverse tipologie di cute i correttori odierni coprono un’ampia gamma di tonalità personalizzate, sotto fasce di costo dalle più economiche ai top di gamma maggiormente professionali.



Il correttore dovrà preferibilmente essere applicato in abbinamento al fondotinta specifico, sotto un effetto omogeneo il più naturale possibile. Uno dei segreti alla base della scelta dei correttori consiste nel modello preferibilmente in stick a texture cremosa maggiormente efficace rispetto alle versioni simili alla matita.

A copertura degli inestetismi transitori come brufoli e punti neri si potrà applicare un correttore a formulazione leggera per la pelle, adatto alla colorazione naturale del viso. I cosmetici ad alto raggio di copertura si dimostrano spesso più difficile da trattare, andando ad appesantire l’aspetto generale del volto.

Volendo optare per una copertura delle occhiaie si dovranno invece escludere i più classici formati in stick e crema, acquistando un correttore a base di cera d’api, delicato e leggero sulla cute, semplice da sfumare in abbinamento all’applicazione del fondotinta.

Altrettanto fondamentale sarà optare per un cosmetico a formulazione ipoallergenica, evitando tutti i prodotti aggressivi contenenti ingredienti chimici responsabili spesso di infiammazioni e rossori.

Volendo coprire efficacemente i rossori sulla pelle si potrà provvedere all’applicazione del correttore tramite l’aiuto di un pennello, ottenendo un risultato finale maggiormente omogeneo e naturale rispetto all’applicazione con i polpastrelli delle dita.

A seconda delle necessità esistono anche correttori colorati, a base di diverse sfumature, ottimali per ravvivare la luminosità della pelle e al tempo stesso per coprire gli inestetismi, i quali dovranno essere utilizzati in precedenza al trucco finale.

Anche i correttori colorati varieranno per formulazione e tipologia di prodotto, dallo stick alla versione in crema o quella in polvere.