Capelli sottili, i rimedi dopo i 40 anni

Capelli sottili, i rimedi dopo i 40 anni

Con l’avanzare dell’età, soprattutto dopo i 40 anni, lo stato dei capelli può risultare maggiormente compromesso da fragilità, portando la capigliatura a presentarsi sottile e sfibrata.



Proprio come avviene per la pelle anche i capelli tendono a subire un processo di invecchiamento per il quale arrivare a perdere la loro naturale colorazione, attuando un diradamento in relazione anche all’applicazione di tinture e prodotti aggressivi.

Alla base dei rimedi a contrasto dell’invecchiamento dei capelli e della relativa fragilità si trovano soprattutto trattamenti mirati a base di sostanze antiossidanti o fitoestrogeni.

Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire tutti i consigli sulla base degli esperti in relazione allo stato dei capelli oltre i 40 anni di età, soffermandoci in particolar modo sui rimedi attuabili a contrasto della fragilità e della loro eventuale perdita.

Capelli Sottili e Fragili dopo i 40 anni: tutti i consigli da seguire

Superata la soglia dei 40 anni i capelli tendono naturalmente a presentarsi maggiormente sottili e fragili, attuando un processo collegato all’invecchiamento dell’organismo, proprio come avviene per la pelle e per la funzionalità degli organi interni.

Oltre ai fattori fisiologici gravano sulla condizione della salute dei capelli anche acconciature eccessivamente strette, tinture frequenti, prodotti contenenti formulazioni chimiche aggressive, cattive abitudini alimentari, trattamenti farmacologici.

Per prima cosa, in presenza di capelli sottili e fragili, si dovranno apportare sostanziali modifiche a livello del proprio piano alimentare, sottostando ad un regime sano e corretto, integrando al consumo giornaliero verdure a foglia verde fonti di acido folico e vitamina A.



Optando per alimenti quali uova e funghi si andrà ad assicurare all’organismo una quantità di vitamina D, la quale risulta agire direttamente nella produzione della cheratina promuovendo il benessere sia dei capelli che delle unghie.

I capelli sottili dovranno inoltre prevede un’igiene specifica, andando ad evitare l’impiego di eccessive quantità di balsamo, scegliendo accuratamente le diverse formulazioni interne a base di nutrienti naturali in grado di agire direttamente dall’interno delle fibre del capello.

Spazzolare di frequente i capelli sottili risulta un’altra pratica dannosa per la salute della capigliatura, allo stesso modo di un impiego frequente del phon, delle piastre liscianti e degli arricciacapelli.

A rinforzo dei capelli sottili si potrà optare per un taglio delle lunghezze, andando ad eliminare e correggere le doppie punte, conferendo un maggior volume alla capigliatura. Durante il periodo estivo il phon potrà inoltre essere sostituito da un’asciugatura naturale all’aria aperta, limitando l’uso della spazzola e optando per l’impiego delle dita.

In supporto di tali rimedi si potranno assumere anche integratori specifici acquistabili presso farmacie, parafarmacie ed erboristerie, sottostando ad un ciclo di assunzione suddivisa in varie mensilità a seconda delle marche e delle diverse formulazioni.

Diete eccessivamente drastiche comporteranno una maggior fragilità e perdita dei capelli, i quali necessiteranno di una maggiore idratazione. Contro la perdita temporanea potranno rivelarsi utili anche le fialette da applicare a seguito del lavaggio, senza risciacquo, disponibili sotto diverse marche e formulazioni.

La capigliatura inoltre dovrà essere pettinata cercando di seguire sempre lo stesso verso, andando a limitare il rischio di una perdita eccessiva della chioma.