Sudorazione eccessiva ascelle: cause e rimedi

Sudorazione eccessiva ascelle cause e rimedi

La sudorazione eccessiva rappresenta un disturbo in grado di provocare un forte condizionamento a livello sia fisico che psicologico, maggiormente evidente durante la stagione estiva, spesso causa di un abbassamento del livello dell’autostima personale con conseguenti criticità anche nei rapporti interpersonali.



Il disturbo della sudorazione eccessiva colpisce in generale un gran numero di persone, soprattutto in estate ma anche durante il resto delle altre stagioni, interessando in particolar modo le ascelle e le mani.

Le temperature di stagione non rappresentano la sola causa di una sudorazione eccessiva. La patologia specifica che caratterizza questo disturbo assume la denominazione di iperidrosi, causando un’eccessiva sudorazione acida con alla base conseguenze sia fisiche che psicologiche.

Il problema maggiore di una sudorazione eccessiva sono gli aloni rilasciati in evidenza sui vestiti e sulle maglie, oltre al cattivo odore emesso, fonte di stress psicologici e condizioni spesso debilitanti per lo svolgimento delle attività quotidiane all’esterno della propria abitazione.

L’eccessiva sudorazione rappresenta una condizione clinica erroneamente associata alla scarsa igiene personale, per tanto il soggetto affetto da iperidrosi continuerà a sudare anche in seguito al rispetto di tutte le norme igieniche del caso e all’utilizzo dei deodoranti classici o specifici.

L’iperidrosi viene considerata a tutti gli effetti una patologia, con conseguenti cause e rimedi specifici, fonte di stress ed imbarazzo. Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire tutti gli aspetti legati ad un’eccessiva sudorazione, senza sovrapporci al parere professionale medico, elencando una serie di rimedi possibili a risoluzione o miglioramento del disturbo.

Sudorazione Eccessiva Ascelle: tutte le possibili cause

L’iperidrosi viene considerata a tutti gli effetti una patologia che non ha nulla a che vedere con lo stato del sudore maleodorante dei soggetti poco propensi all’igiene della propria persona. All’origine delle cause di un’eccessiva sudorazione possono trovarsi diverse spiegazioni come ansia, stress, disturbi a livello della tiroide che richiederanno l’intervento di un medico e di una terapia specifica.



La sudorazione è un meccanismo naturale messo in moto dal proprio organismo al fine di regolare la temperatura interna del corpo in correlazione a quella esterna, provocando una sudorazione delle ascelle, delle mani, dei piedi, del viso.

Le cause principali di una sudorazione eccessiva si ricollegano ad origini psicologiche ma anche alle alterazioni del sistema nervoso e della situazione dei neurotrasmettitori della sudorazione stessa.

L’iperidrosi può inoltre essere distinta in primaria o secondaria. L’eccessiva sudorazione primaria non trova generalmente una spiegazione medica esaustiva, mentre la secondaria si rifà a patologie quali obesità, disturbi psichiatrici, ipertiroidismo, alterazioni endocrine, assunzione di determinati farmaci, all’abuso di un consumo di caffeina e sostanze eccitanti.

Sudorazione Eccessiva Ascelle: possibili Rimedi

In direzione delle ascelle, dove la sudorazione tende a concentrarsi maggiormente, si trovano diverse ghiandole sudoripare in grado di emettere il tipico odore sgradevole per il quale si utilizzano i deodoranti in seguito all’igiene personale.

In presenza di iperidrosi il medico potrà prescrivere al proprio paziente una cura farmacologica specifica, oppure l’impiego di antitraspiranti come il cloruro di alluminio da applicare sulle ascelle stesse 3 volte alla settimana.

In alternativa si potrà ricorrere al rimedio dell’ionoforesi, ovvero la somministrazione di una piccola dose di corrente durante l’immersione in un liquido delle mani e dei piedi.

Naturalmente si potranno utilizzare diversi oli tra cui quello essenziale di salvia in aggiunta ai sali da bagno, anche tramite infuso da bere, olio essenziale di lavanda e timo, evitando di indossare capi di nylon, sintetici, in poliestere.