Scrub per il Corpo fai da te: come farlo con metodi naturali

Scrub per il Corpo fai da te come farlo con metodi naturali

Lo scrub per il corpo ha assunto una forma di attenzione maggiore durante gli ultimi anni, soprattutto a livello “fai da te” di preparazione e realizzazione casalinga.



Ma in cosa consiste lo scrub? La terminologia inglese interessa in particolar modo una tecnica utilizzata per il viso, ma non solo, finalizzata all’esfoliazione dell’epidermide che consente di eliminare le cellule morte e della sporcizia dallo stato superficiale della pelle.

Lo scrub favorisce una maggiore ossigenazione della pelle, prevenendo l’incarnimento dei peli, favorendo il rinnovamento cellulare.

La tecnica dello scrub era già utilizzata in passato nei territori della Grecia e del Medio Oriente come cura di bellezza e soprattutto come un rituale di purificazione precedente alla preghiera, servendosi di acqua e sabbia con la quale strofinare la pelle del corpo.

Lo scrub può essere effettuato in casa come un rimedio naturale e alternativo ai prodotti dii bellezza per la pelle di origine e realizzazione industriale, risparmiando anche una considerevole somma di denaro.

La sua azione principale è proprio quella di liberare la pelle dalle cellule morte in deposito e dallo strato di sporcizia accumulato invisibile all’occhio umano. Lo scrub favorisce la rigenerazione di un nuovo strato di pelle, l’ossigenazione e una ritrovata morbidezza, apparendo più giovane e rinfrescata.

Scrub, gommage, peeling: differenze

Lo scrub, il gommage e il peeling non sono in realtà la stessa cosa ma si differenziano tra loro. Lo scrub agisce come un esfoliante a grana grassa e abrasiva per la quale prestare particolare attenzione durante la procedura.

Il gommage consiste invece in un’esfoliante a grana sottile più delicato sulla pelle, indicato per i soggetti che presentano una cute nettamente più sensibile, al fine di stimolare la microcircolazione.



Il peeling consiste in un’esfoliazione chimica tramite l’utilizzo di acidi, generalmente derivati dalla frutta, preferibilmente da eseguire sotto l’attenzione di un professionista dermatologo o estetista.

Lo scrub non dovrà essere effettuato più di una volta a settimana e dovrà prevedere l’applicazione di una crema idratante in seguito, oltre ad un’esecuzione sotto la doccia.

Scrub: Ricette per una preparazione casalinga low cost

Per uno scrub veloce si potranno utilizzare 6 cucchiai di zucchero, 1 cucchiaino di olio d’oliva, 1 cucchiaio di miele, del succo di limone. Gli ingredienti dovranno essere mescolati insieme con il succo del limone, in alternativa con del succo d’arancia possibilmente biologico. Questo scrub risulta depurativo, rigenerante e tonico.

Per uno scrub più soft e delicato si potranno utilizzare 5 cucchiai di sale marino e un quantitativo indicativo di olio d’oliva per amalgamare il tutto, sostituibile con olio di mandorle o semi di lino.

Per uno scrub contro la cellulite si potranno utilizzare mezza tazza di caffè in polvere, 2 gocce di olio essenziale di geranio, mezzo vasetto di yogurt e un quantitativo sufficiente per amalgamare il tutto di olio d’oliva.

Per uno scrub profumato si potranno invece utilizzare 5 cucchiai di zucchero o di bicarbonato, 1 cucchiaio di miele, 5 cucchiai di cacao in polvere, 1 cucchiaio di olio di mandorle dolci.

In alternativa ancora si potranno utilizzare semplicemente bicarbonato di sodio e latte detergente. Ogni scrub dovrà essere tenuto in posa, massaggiando la pelle, per ameno 10 minuti prima di procedere al risciacquo e all’applicazione di una crema detergente per evitare che la pelle si secchi.