Scopri cos’è l’acido ialuronico e quali sono i suoi benefici per la pelle

Scopri cos’è l’acido ialuronico e quali sono i suoi benefici per la pelle

Che cos’è l’acido ialuronico e quali benefici apporta in direzione della pelle? L’acido ialuronico risulta parte dei componenti fondamentali dei tessuti connettivi presenti sia negli esseri umani che nei mammiferi.



La sua azione assicura alla cute la protezione, il mantenimento della forma e la resistenza necessarie, mentre un suo indebolimento provoca la comparsa dei classici inestetismi della pelle, quali rughe e imperfezioni.

La presenza dell’acido ialuronico nella pelle tende progressivamente a diminuire con l’avanzare dell’età anagrafica, attraverso il fenomeno naturale dell’invecchiamento.

All’interno del tessuto connettivo l’acido ialuronico si attiva mantenendo in equilibrio l’idratazione, la protezione della pelle, l’elasticità e la viscosità della stessa, agendo come una molecola lubrificante, come una sostanza resistente agli urti, prevenendo il danneggiamento dei tessuti in caso di stress e traumi fisici, rivelandosi particolarmente importante per il mantenimento della salute della cute generale.

Attraverso questo nuovo articolo guidato ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche relative all’acido ialuronico, soffermandoci in particolar modo sui benefici associati al mantenimento della salute della pelle e sui consigli degli esperti in campo cosmetico.

Acido Ialuronico: tutto quello che occorre sapere

L’acido ialuronico, come spiegato nelle righe precedenti, si attiva all’interno dell’epidermide a funzione di protezione idratazione, prevenendo l’invecchiamento, assicurando un’azione anti-urto in presenza di traumi fisici, preservando anche l’elasticità e l’idratazione necessarie.

In parole povere si potrebbe paragonare l’acido ialuronico alla struttura di impalcatura molecolare in grado di mantenere unito e compatto il tessuto cutaneo, preservandone la forma.



In campo estetico-chirurgico l’acido ialuronico viene difatti utilizzato insieme alle iniezioni di proteine di collagene al fine di eliminare i segni visibili delle rughe e delle imperfezioni. Il suo impiego si concentra soprattutto sulla progressiva diminuzione della concentrazione naturale all’interno del tessuto cutaneo con l’avanzare dell’età, integrato dalla formulazione di creme e detergenti disponibili in commercio.

La sua formulazione può essere inoltre associata a quella di una spugna, assorbendo l’acqua proprio come farebbe un materiale analogo. Nel caso di un contatto tra acqua e acido ialuronico la combinazione consente la trasformazione della stessa in un gel caratteristico in grado di mantenere uno stato di idratazione interna ottimale.

In direzione delle imperfezioni e dei segni del tempo sul viso potranno essere applicate creme specifiche indirizzate all’incremento dell’acido ialuronico e alla sua naturale progressione verso la diminuzione in rapporto all’età anagrafica, mentre i detergenti potranno essere invece utilizzati senza alcuna limitazione d’età al fine di assicurare l’idratazione necessaria a varie aree del corpo.

Allo stato naturale l’acido ialuronico si trova presente nell’umor vitreo dell’occhio, nelle pareti dell’aorta, nei tendini, nel cordone ombelicale, nella pelle, nella cartilagine, nel liquido sinoviale.

All’interno della cosmetica, in virtù degli effetti benefici, l’acido ialuronico si concentra soprattutto in direzione dei prodotti fillers del viso, trovandosi anche all’interno dei detergenti intimi, sotto trattamenti in creme mattutini e notturni.

Tutti gli eccipienti delle varie marche aziendali di produzione riportando in maggior parte una formulazione interna a base di benzoato di sodio o potassio, acidi carbossilici poliinsaturi monoici a lunga catena (omega-3), coenzima Q10, alcooli, ingredienti idratanti al fine di riempire le rughe.