Quanto Costa la Pulizia dei Denti

Quando Farla

La pulizia dentale professionale, detta comunemente igiene, è una procedura terapeutica che favorisce la rimozione delle incrostazioni di placca e tartaro sui denti. L’igiene eseguito negli studi dentistici è una procedura solitamente semestrale di rilevante importanza per la salute dei propri denti, al fine di proteggerli anche da alcune patologie come la gengivite e la piorrea.



La quotidiana pulizia dei denti, da sola, non è sufficiente a scongiurare la formazione e il deposito di tartaro e placca, in quanto il lavaggio dei denti si limita a sollevare i batteri e il cibo dallo smalto dentale o fra le fessure.

Tali residui di placca che non possono essere accuratamente rimossi dall’uso dello spazzolino e del filo interdentale, si trasformano in tartaro attraverso un processo di mineralizzazione. Il tartaro è dunque irremovibile se non attraverso la particolare procedura dell’igiene per mezzo di attrezzature professionali.

 

Pulizia Dentale, Prima e Dopo

I vantaggi di una corretta e coerente pulizia dentale sono:

  • Rimozione del tartaro e della placca in profondità negli spazi interdentali e nell’area sub-gengivale;
  • Azione preventiva di carie, piorrea, gengiviti, pulpiti;
  • Azione sbiancante;
  • Azione lucida;
  • Prevenzione delle infiammazioni;
  • Azione rinforzante dei denti;
  • Riduzione della sensibilità dentale;
  • Rimozione delle macchie dentali;
  • Prevenzione contro le gengive ritirate;
  • Prevenzione contro la perdita dei denti;
  • Azione preventiva contro l’alitosi.

I cicli di richiamo dell’igiene dentale variano a seconda dei soggetti e dell’inclinazione alla formazione del tartaro e della placca. Solitamente passando da periodi massimi, riferiti ad una volta l’anno, a periodi semestrali o trimestrali nei casi di formazione frequente.



La pulizia dentale avviene solitamente senza anestesia, salvo alcuni casi di estrema sensibilità dentale al punto da richiedere l’utilizzo dell’anestesia locale. Il fastidio o il bruciore localizzato sulle gengive, a poche ore e durante la pulizia, è spesso frequente e deriva dalle condizioni del tartaro rimosso, più ostici saranno i depositi e maggiore sarà il senso di fastidio avvertito in conseguenza.

 

Come si Fa

L’igiene dentale viene eseguito attraverso diversi passaggi che comprendono:

  • Rimozione del tartaro e della placca accomulutati sulla superficie dentale;
  • Rimozione del tartaro e della placca nelle fessure fra i denti e nell’area sub-gengivale;
  • Strumentalizzazione adeguata in acciaio, come le curette;
  • Rimozione delle macchie dentali (tramite pasta abrasiva);
  • Lucidatura dei denti;
  • Applicazione di mascherine contenti fluoro per rinfornzare lo smalto dentale, prevenirne l’erosione, potenziare la resistenza all’attacco dei batteri, rimineralizzare lo smalto;
  • Applicazione di una pasta speciale, nei casi di ipersensibilità dentale;
  • Continaure una corretta igiene orale casalinga in seguito alla pulzia professionale (lavando i denti almeno tre volte al giorno con uno spazzolino a setole morbide, oppure uno spazzolino elettrico, non tralasciando di passare il filo interdentale almeno una volta al giorno).

 

Quanto Costa

Quanto costa la pulizia dei denti? La pulizia dentale varia la sua fascia di prezzo a seconda degli studi specialistici a cui ci si rivolge, ma normalmente è compresa in un costo che può partire da 50 fino ad un massimo di 100 euro. Una spesa gestibile considerando il lasso di tempo trascorso tra una pulizia e un richiamo.