Olio essenziale di zenzero, proprietà e benefici

Olio essenziale di zenzero, proprietà e benefici

L’olio essenziale di zenzero viene ricavato dalla pianta Zingiber officinale, di tipologia erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae.



In cucina la spezia dello zenzero viene ampiamente utilizzata per la preparazione sia di pietanze che di infusi e tisane, in stretto rapporto con le sue proprietà antinfiammatorie e digestive in difesa degli organi quali lo stomaco, ma anche l’apparato cardiaco.

All’interno dell’industria alimentare lo zenzero viene sfruttato in qualità di aromatizzante naturale, mentre dal punto di vista erboristico e medico vengono esaltate tutte le azioni benefiche dirette sull’organismo umano a scopo medicinale.

Lo zenzero viene comunemente acquistato sotto forma di radice fresca, essiccato, in polvere, in forma di estratto, olio essenziale, oppure sotto forma di zenzero candito.

Nonostante non esista nello specifico un quantitativo utilizzabile in livello massimo giornaliero, le dosi dello zenzero indicate consigliano di non sorpassare i 500 mg – 1000 mg di sostanza al giorno.

A livello alimentare lo zenzero assicura un’assunzione di nutrienti suddivisi in Proteine 1,82 g, Carboidrati 17,77 g, Zuccheri 1,7 g, Grassi 0,75 g, Colesterolo 0 mg, Fibra alimentare 2 g, Sodio 13 mg, per un totale di sole 80 calorie ogni 100 grammi di prodotto fresco, un quantitativo enorme considerato il suo impiego ridotto in cucina.

Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di analizzare nello specifico tutte le proprietà benefiche legate all’olio essenziale di zenzero, soffermandoci anche sulle eventuali controindicazioni.

Olio essenziale di zenzero: tutte le proprietà benefiche

L’olio essenziale di zenzero viene sfruttato in virtù di diversi effetti benefici per l’organismo umano, dalle sue proprietà digestive, antinfiammatorie, tonificanti, anti-nausea, antidolorifiche, antivirali, e via elencando.



Abbinato ad un olio vettore vegetale l’azione dell’olio essenziale di zenzero si dimostra in grado di intervenire contro i dolori di natura reumatica, strappi, rigidità muscolari, ma anche mal di testa, mal di schiena e i classici dolori cervicali.

L’olio essenziale di zenzero integra un’azione rubefacente, ideale per eseguire massaggi sulla pelle, per riequilibrare il calore del corpo dopo un’intensa esposizione al freddo, al fine di alleggerire le infiammazioni della pelle.

L’azione dello zenzero sotto forma di olio essenziale può essere sfruttata anche contro la nausea, soprattutto in presenza di mal d’auto e viaggi particolarmente lunghi, migliorando la concentrazione, incrementando anche il risveglio dei sensi assopiti e le energie psicofisiche.

In caso di diarrea l’olio essenziale di zenzero si dimostra un potente rimedio naturale, impiegato per utilizzo interno sotto forma di infusi e tisane per regolamentare i processi digestivi.

Contro le infezioni da virus e batteri l’olio essenziale di zenzero può essere impiegato a contrasto dei sintomi influenzali quali tosse, raffreddore, stati febbricitanti. Per i soggetti maschile inoltre l’olio essenziale di zenzero risulta un ottimo rimedio afrodisiaco in grado di risvegliare la libido.

Per la realizzazione dell’olio essenziale si utilizza il rizoma decorticato ed essiccato, sottoposto successivamente ad un processo di distillazione in corrente di vapore.

Olio essenziale di zenzero: tutte le controindicazioni

L’olio essenziale di zenzero non dovrà essere utilizzato dalle donne in stato di gravidanza e allattamento, se non prima un consulto specifico con il proprio medico di base, in presenza dell’assunzione di farmaci antinfiammatori a possibile contrasto, farmaci antiaggreganti e anticoagulanti.