Olio essenziale di rosmarino, proprietà e benefici

Olio essenziale di rosmarino, proprietà e benefici

L’olio essenziale di rosmarino viene ricavato dalla Rosmarinus officinalis, una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, ampiamente sfruttata all’interno dell’ambito culinario e cosmetico.



La pianta del rosmarino cresce all’interno dei territori europei, asiatici e africani, dimostrandosi anche una specie spontanea in presenza di luoghi caratterizzati dalla macchia mediterranea, dall’entroterra, sia a livello del mare che all’interno dei luoghi sassosi e collinari.

Il rosmarino può raggiungere altezze comprese tra i 50 e i 300 centimetri, presentando radici profonde e resistenti, con fusti tendenti al colore marrone chiaro, con rami pelosi di colore giallastro-verdognolo in prossimità dei meno longevi.

Le foglie del rosmarino si dimostrano persistenti e numerose in prossimità dei rametti, in colore tipicamente verde cupo sulla parte superiore e biancastro in quella inferiore.

I fiori si presentano invece come ermafroditi raggruppati in grappoli, dalle piccole dimensioni, in direzione dell’ascella di foglie sovrapposte e fiorifere, assumendo una colorazione tra il lilla e l’azzurrino, in alcuni specifici casi tra il biancastro e l’indaco.

La fioritura del rosmarino avviene tipicamente durante il corso delle mensilità tra marzo e ottobre, mentre in presenza di zone particolarmente riparate la stessa è in grado di protrarsi per l’intero corso dell’anno.

La coltivazione della pianta di rosmarino richiede un riparo dai venti freddi e gelidi, preferendo un’esposizione soleggiata, con un terreno sabbioso ma ben idratato, ideale sia all’interno dei giardini che all’interno dei vasi tipici da terrazzo.

Il rosmarino è ampiamente conosciuto per via delle sue numerose proprietà benefiche per l’organismo a carattere depurativo, stimolante, come rimedio naturale contro la cellulite, come cardiotonico, ecc.



Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire tutte le proprietà benefiche associate all’impiego dell’olio essenziale di rosmarino, soffermandoci anche sulle eventuali controindicazioni.

Olio essenziale di rosmarino: tutte le proprietà benefiche

L’olio essenziale di rosmarino viene ampiamente sfruttato in correlazione agli effetti benefici a contrasto degli inestetismi cutanei quali la cellulite, ma anche in virtù del potere stimolante in presenza di inalazione, agendo direttamente sul sistema nervoso.

In qualità di cardiotonico l’olio essenziale di rosmarino svolge un’azione contrastante la pressione bassa, l’astenia, la stanchezza psicofisica e la debolezza.

L’olio essenziale di rosmarino può essere assunto all’interno di un cucchiaio di miele, in posologia di 2-3 gocce, al fine di favorire il drenaggio biliare, migliorando la digestione, disintossicando il fegato.

Diluito all’interno dell’olio di mandorle dolci, l’olio essenziale di rosmarino potrà essere impiegato sotto forma di massaggi in presenza di dolori articolari e muscolari, favorendo la il drenaggio dei liquidi, contrastando edemi e gonfiori.

In direzione della pelle l’olio essenziale di rosmarino si dimostra astringente, tonico e antisettico indicato contro l’acne e le macchie scure. Attraverso le lozioni l’olio essenziale di rosmarino può essere rapportato anche ai capelli, contro la forfora, riattivando la circolazione e la ricrescita dei capelli.

L’olio essenziale di rosmarino viene ottenuto tramite un processo in distillazione di corrente di vapore, utilizzando foglie, sommità fiorite e rametti.

Olio essenziale di rosmarino: tutte le controindicazioni

L’olio essenziale di rosmarino viene sconsigliato in assenza di un olio vettore, come quello di mandorle dolci, in abbinamento, mentre in sovradosaggio può risultare tossico. Da evitare anche in gravidanza, allattamento, nei bambini e nei soggetti epilettici.