Olio essenziale di camomilla, proprietà e benefici

Olio essenziale di camomilla, proprietà e benefici

L’olio essenziale di camomilla viene ricavato dalla pianta erbacea annuale originaria della famiglia delle Asteraceae. Le radici della pianta di camomilla si presentano a fittone, caratterizzata da un portamento cespitoso e da numerosi fusti maggiormente ramificati verso la parte superiore.



Le piante di camomilla sotto allevamento possono raggiungere gli 80 centimetri di altezza, mentre le forme spontanee non oltrepassano generalmente i 50 centimetri, presentando uno spiccato aroma tipico.

Le foglie della pianta si presentano sottili e oblunghe, di forma alterna, mentre i fiori si riuniscono in capolini di dimensioni ridotte con un ricettacolo cavo e conico di colore bianco all’esterno e giallo verso la corolla interna.

I petali della camomilla presentano il caratteristico profumo della pianta dovuto alla presenza del principio attivo azulene e all’unione di ulteriori sostanze quali acido salicilico, acido stearico, alfa-bisabololo, acido oleico.

La pianta spontanea della camomilla è considerata una vera e propria specie infestale soprattutto all’interno dei territori agricoli, crescendo abbondantemente in campi, terreni acidi, zone incolte, diffusa in Europa e in Asia, ma anche nel resto di altri territori.

La fioritura della camomilla avviene durante il periodo primaverile estivo, mentre della pianta vengono raccolti generalmente i fiori privi di petali, in modo tale da promuovere una più rapida fase di pulitura durante il ciclo di trattamento destinato ai diversi usi come quello alimentare.

Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di riportare tutti gli effetti benefici dell’azione dell’olio essenziale di camomilla, soffermandosi sulle posologie di impiego, le finalità e le eventuali controindicazioni.



Olio essenziale di camomilla: tutte le proprietà benefiche

L’olio essenziale di camomilla viene utilizzato per via degli effetti benefici contro disturbi quali insonnia, irritabilità dell’intestino, stress, irritazioni della cute.

L’olio essenziale a base di camomilla può essere inalato e indicato come metodo naturale contro gli stati di nervosismo e impulsività, aiutando la salute psicofisica a trarre beneficio e rilassarsi.

Allo stesso tempo potrà essere utilizzato contro l’insonnia, lo stress, il mal di testa, sia nei soggetti adulti che nei bambini in correlazione anche alle coliche gassose dei neonati, in presenza di spasmi, come un olio antibatterico, antisettico, contro i parassiti e e come un antinfiammatorio.

L’olio essenziale di camomilla può essere impiegato anche contro i dolori legati al ciclo mestruale e contro i sintomi della menopausa, rilassando anche la muscolatura tesa. Impiegato sulla pelle è in grado di svolgere un’azione antinfiammatoria e lenitiva allo stesso tempo, alleviando l’irritazione e il rossore, proteggendo i tessuti dal prurito eccessivo.

Per realizzare l’olio essenziale di camomilla viene utilizzati i capolini e alcune parti della pianta, ricavato attraverso distillazione in corrente di vapore.

Come diffusore ambientale l’olio essenziale di camomilla potrà essere dosato in 1 goccia per ogni metro quadro, in posologia di 1 goccia sulla zona della pelle infiammata come un antinfiammatorio naturale, ideale anche contro le bruciature e i dolori reumatici.

Olio essenziale di camomilla: controindicazioni

L’olio essenziale di camomilla viene sconsigliato in stato di gravidanza, nonostante non siano stati registrati ulteriori effetti collaterali derivanti dal suo utilizzo.

I soggetti affetti da dissenteria frequente dovranno evitare l’impiego dell’olio essenziale a base di camomilla.