Olio essenziale di basilico, proprietà e benefici

Olio essenziale di basilico, proprietà e benefici

L’olio essenziale di basilico viene ricavato dalla pianta erbacea annuale, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, comunemente conosciuta come specie aromatica e ampiamente sfruttata all’interno della cucina per la preparazione di diversi piatti.



La pianta aromatica del basilico trae origine dall’India, successivamente utilizzata anche in Italia, celebre soprattutto per la preparazione del condimento di primi piatti a base di pesto, impiegato anche in cucine tipiche in Taiwan, Vietnam, Cambogia, Laos e Thailandia.

L’intensa profumazione delle foglie si contraddistingue per l’intensità più o meno pronunciata a seconda delle diverse specie presenti sul mercato. L’origine dell’etimologia del basilico rimane storicamente incerta anche se si crede possa essere stata attribuita in passato ai profumi realizzati in favore dei re, oppure all’impiego sacro da parte delle popolazioni Hindu.

La denominazione del basilico è stata spesso confusa con la creatura mitologica greca velenosa del basilisco, in grado di uccidere le prede con un solo sguardo, con l’unico impiego di un antidoto in favore della pianta aromatica.

La pianta del basilico può raggiungere i 60 centimetri di altezza, presentando foglie ovali, opposte e lanceolate, spesso bollose, lunghe un paio di centimetri e dall’intensa profumazione tipica. La colorazione delle stesse varia a seconda delle specie, passando dal verde più acceso, a quello più scuro e opaco, per arrivare al viola.

I fusti del basilico tendono ad assumere un caratteristico aspetto legnoso e frondoso, ramificati, presentandosi in posizione eretta, mentre i fiori bilabiati assumono una colorazione bianca oppure rosea con semi di colore nero fini e oblunghi.



L’olio essenziale di basilico svolge diverse azioni benefiche per l’organismo sulla flora batterica, sul sistema nervoso, contro le punture di insetto come le zanzare.

Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche benefiche dell’olio di basilico, tramite impiego e posologia, soffermandoci sugli eventuali effetti collaterali.

Olio essenziale di basilico: tutte le proprietà benefiche

L’olio essenziale di basilico mostra particolari azioni benefiche favorendo un efficace contrasto contro le alterazioni della flora batterica, l’affaticamento mentale, lo stress, la sensazione di vertigine, la cinetosi, l’insonnia, l’epilessia.

Per favorire l’equilibrio della flora intestinale si potranno assumere 2 gocce in un cucchiaino di miele, inalato invece per incrementare uno stato decongestionante.

L’olio essenziale di basilico può essere inoltre impiegato contro gli stati febbrili, le infezioni del tratto urinario, raffreddore, come digestivo, antinfiammatorio, contro i gonfiori addominali, i dolori mestruali, favorendo un’azione antispasmodica, carminativa e come repellente per insetti tramite diffusione negli ambienti.

Per realizzare l’olio essenziale a base di basilico vengono utilizzate esclusivamente le foglie, sottoposte al processo di distillazione in corrente di vapore, favorendo un’azione leggermente balsamica, utile anche contro il mal di testa.

Tra le popolazioni degli antichi Egizi il basilico veniva spesso associato alla morte, come simbologia di buono auspicio per il passaggio nell’aldilà, ritenuto invece portatore di odio e sfortuna per i le popolazioni greche e per quelle romane.

Olio essenziale di basilico: tutte le controindicazioni

L’olio essenziale di basilico, come la maggior parte degli altri oli, dovrà essere espressamente vietato in gravidanza e fase di allattamento, nonché nei bambini al di sotto dei sei anni.