Olio essenziale di arancio amaro, proprietà e benefici

Olio essenziale di arancio amaro, proprietà e benefici

L’olio essenziale di arancio amaro, comunemente denominato anche melangolo, viene ricavato e ottenuto dalla pianta da albero da frutto appartenente al genere Citrus raggruppante le diverse specie di agrumi.



All’interno della realizzazione dell’olio essenziale di arancio amaro vengono in realtà utilizzate diverse varietà della pianta da frutto, sotto un cospicuo utilizzo in campo cosmetico industriale e come aroma alimentare.

L’arancio amaro vanta inoltre numerose proprietà medicinali differenziandosi dalla specie di arancio dolce. L’arancio amaro presenta, a livello estetico, spine decisamente più lunghe in relazione alle foglie, presentando anche una colorazione nettamente più scura.

Il picciolo dell’arancio alato, di forma alata, assume una profumazione nettamente più intensa rispetto all’arancio dolce in corrispondenza sia delle foglie che dei fiori. La buccia, maggiormente colorata, al tatto e alla vista è inoltre caratterizzata da una ruvidità specifica presentando un gusto a livello della polpa tipicamente amaro.

L’arancio amaro presenta una storia decisamente antica, coltivato sin dal nono secolo dalle popolazioni arabe e successivamente importato all’interno della regione siciliana dove continua ad essere coltivato odiernamente assieme al resto degli agrumi.

La presenza dei frutti dell’arancio amaro si trova disponibile sul mercato raramente, poiché la maggior parte della loro stessa produzione viene destinata alle industrie alimentari e a quelle cosmetiche.

L’arancio amaro viene utilizzato soprattutto all’interno del mondo dolciario tramite la produzione della frutta candita, delle marmellate, della farcitura o decorazione dei dolci, mentre tramite la buccia vengono prodotti diverse tipologie di liquori, sfruttata anche dalle case farmaceutiche all’interno di tonici e digestivi.



Ma quali sono le proprietà benefiche derivanti dall’impiego dell’olio essenziale a base di arancio amaro? Attraverso questo nuovo articolo specifico ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche e le varie posologie di impiego, soffermandoci sulle finalità e sulle eventuali controindicazioni dell’utilizzo dell’olio essenziale di arancio amaro.

Olio essenziale di arancio amaro: tutte le proprietà benefiche

L’olio essenziale a base di arancio amaro è in grado di migliorare alcuni disturbi e patologie grazie alle sue azioni calmanti, antisettiche e toniche.

L’olio essenziale di arancio amaro si dimostra eupeptico e carminativo in grado di stimolare la secrezione dei succhi gastrici, contrastando la cattiva digestione e i gonfiori addominali, nonché il meteorismo.

Grazie alla sua azione tonica e spasmolitica l’olio essenziale di arancio amaro può essere impiegato anche per eseguire massaggi e favorire il rilassamento muscolare, utile in presenza di eczema, cute grassa e acne.

L’olio essenziale di arancio amaro presenta anche proprietà antibatteriche, repellenti, antisettiche, antimicotiche, promuovendo un incremento delle energie e del recupero psicofisico soprattutto nei soggetti affetti da depressione.

Olio essenziale di arancio amaro: tutte le controindicazioni

L’utilizzo dell’olio essenziale di arancio amaro è vivamente sconsigliato in presenza della luce solare, dimostrandosi un olio con proprietà fotosensibili, evitandone l’impiego nelle 24 ore successive all’esposizione.

Anche i soggetti affetti da pelle sensibile dovrebbero evitare il suo utilizzo, in grado di incrementare la secchezza e la screpolatura della cute. L’utilizzo dell’olio essenziale a base di arancio amaro dovrà inoltre essere sempre veicolato dall’impiego di miele, malti, vegetali.

In presenza di ustioni o bruciature della pelle l’olio non dovrà essere utilizzato al fine di non aggravare lo stato della lesione stessa.