Olio essenziale di angelica, proprietà e benefici

Olio essenziale di angelica, proprietà e benefici

L’olio essenziale di angelica viene ricavato dal genere appartenente alla famiglia delle Apiaceae, ossia Ombrellifere, in grado di raggiungere persino i due metri di altezza.



La pianta dell’angelica si presenta generalmente in posizione eretta, con un fusto resistente, presentando ramificazioni e scanalature con foglie alterne tipicamente di colore verde ma più chiare nella pagina inferiore, caratterizzate da una guaina a protezione dei lunghi piccioli.

L’olio essenziale a base di angelica trova un ampio utilizzo a livello di alcuni disturbi e patologie, risultando ampiamente sfruttato in correlazione dell’azione amaricante, espettorante, tonica a livello del sistema nervoso. L’angelica sotto forma di olio essenziale trova però un trattamento efficace anche contro le bronchiti, le infezioni e le coliti.

Attraverso questo nuovo articolo incentrato sull’argomento ci occuperemo di approfondire tutte le particolarità legate all’utilizzo dell’olio essenziale a base di angelica, soffermandoci in particolar modo sulle azioni terapeutiche naturali a contrasto di disturbi fisici e patologie.

Olio essenziale di angelica: tutte le proprietà benefiche

Come moltissimi altri oli essenziali anche quello a base di angelica potrà essere sfruttato a seconda di patologie e disturbi specifici, al fine di ripristinare in modo del tutto naturale la salute dell’organismo.

L’olio essenziale di angelica risulta particolarmente rinomato per via dei suoi principi attivi, derivanti dalla pianta, mantenuti al momento del processo di lavorazione. Tra questi si trovano soprattutto il limonene, il pinene, borneolo e il linalolo.

L’olio essenziale a base della pianta angelica favorisce due azioni principali, espettorante e tonificante, a riguardo del sistema nervoso utili a contrastare i sintomi di un’infezione cronica in corso, grazie alle proprietà immunostimolanti.



L’azione dell’olio essenziale di angelica interviene anche contro i disturbi gastrointestinali, le problematicità a livello dell’apparato respiratorio, dovuto essenzialmente alle proprietà espettoranti e antinfiammatorie.

L’olio essenziale di angelica favorisce inoltre un’azione  detossinante e depurativa dalle tossine accumulate in eccesso all’interno dell’organismo, mentre le proprietà toniche favoriscono il recupero delle forze e delle energie durante i periodi di convalescenza.

A livello industriale l’olio essenziale di angelica viene ottenuto tramite il processo di distillazione delle radici, indicato per contrastare le infezioni recidive, da assumere tramite un cucchiaio di tintura madre, in posologia differente a seconda della natura dell’infezione stessa.

In presenza di uno stato infiammatorio l’olio essenziale di angelica potrà essere assunto fino a tre volte al giorno, mentre per beneficiare della sua azione depurativa potrà essere assunto stagionalmente per circa un mese nella posologia sufficiente di una sola goccia al giorno.

Durante i classici disturbi correlati al cambio delle stagioni l’olio essenziale di angelica potrà invece essere assunto nella posologia di una goccia giornaliera per un periodo di ventotto giorni consecutivi, mentre circa otto gocce di olio potranno essere aggiunte al bagno caldo al fine di stimolare la depurazione dalle tossine in eccesso.

Anche chi soffre di mal d’auto potrà ricorrere all’olio essenziale di angelica versandone una sola goccia su di un fazzoletto, mentre volendo ottenere un preparato deodorante si potrà unire l’olio essenziale alla mirra e all’alcool puro a 95 gradi.

In presenza di un accumulo di liquidi l’olio essenziale all’angelica potrà essere sfruttato all’interno dei diversi prodotti cosmetici disponibili sul mercato, utili anche per i disturbi circolatori.