Nervi Spinali e Sistema Nervoso

All’interno del midollo spinale si trovano i neuroni adibiti a diverse funzioni, dalle proprietà sensitive a quelle motorie, mentre dalla sostanza grigia trovano partenza coppie di nervi denominati nervi spinali.



La struttura, anche detta SNC, comprendente il sitema nervoso centrale, il cervello, i nervi spinali e il midollo, origina una complessa funzione di neuroni, dividendosi in una parte di sostanza grigia e in una parte bianca. All’interno del midollo spinale la sostanza bianca circonda quella grigia, contrariamente a quanto avviene all’interno del cervello.

 

NEURONI SISTEMA NERVOSO CENTRALE E NERVI SPINALI

Nel midollo spinale sono presenti diversi neuroni con funzioni diversificate fra loro, dalle proprietà sensoriali alle proprietà motorie. I nervi spinali che partono dalla sostanza grigia si diramano in coppie oppure in paia (31),  come l’ideale numero di segmenti che dividono il midollo spinale, protetto dalle vertebre della colonna e dalle meningi.

Come accennato, la colonna vertebrale, dall’alto verso il basso, si divide in 31 segmenti dove fuoriescono i nervi spinali, e che si dividono in:

  • 1 segmento e 1 paio di nervi coccigei (Co1)
  • 5 segmenti e nervi sacrali (S1-S5)
  • 5 segmenti e nervi lombari (L1-L5)
  • 8 segmenti e nervi cervicali (C1-C8)
  • 12 segmenti e nervi toracici (T1-T12)

La suddivisone tra le ossa della stessa colonna vertebrale e i segmenti del midollo, rappresentato da un paio di nervi spinali, non risulta del tutto esatta e precisa. Ogni nervo spinale si lega alle vertebre in cui fuoriesce, ad esempio: nervi spinali sacrali traggono origine dalla pima vertebra lombare, fuoriuscendo dalla colonna sacrale.



I nervi spinali sono formati dalle cellule nervose che si legano alla sostanza grigia, collegando i nervi sensoriali al corno dorsale e i nervi motori a quello ventrale, mentre le zone dove sono presenti i neuroni nella sostanza grigia si classificano in corno dorsale, corno laterale, corno ventrale.

Per ogni sezione, immaginata e descritta scientificamente con la raffigurazione di una farfalla orrizzontale, si ergono tre zone per ogni ala, per un totale di sei sezioni. I tre corni ospitano i neuroni, quelli ventrali presentano nuclei di motoneuroni, andando ad inervare la muscolatura scheletrica assieme ai nervi. I corni dorsali invece presentano fibre nervose sensitive in grado di elaborare le informazioni periferiche.

Sia dal corno dorsale, che da quello ventrale, si creano delle fibre in punti strategici di emergenza, dividendo i nervi spinali del primo tratto in due ramificazioni. Nel primo ramo sono compresi gli assoni innervanti i muscoli scheletrici e i muscoli viscerali; il secondo ramo comprende gli assoni delle cellule nervose sensoriali. La radice dorsale presenta un rigonfiamento leggero, detto ganglio, con neuroni sensitivi, a differenza della radice ventrale interessata dai neuroni motori.

 

FUNZIONAMENTO DEI NERVI SPINALI

Le cellule sensitive fungono da tramite con i nervi spinali per il trasporto della percezione tattile, della temperatura interessante la cute, la sensibilità propriocettiva e la sensazione del dolore. Le informazioni giungono poi al cervello, elaborate dal sistema nervoso centrale, mentre le cellule motorie hanno la funzione di trasmettere, raggiungere e stimolare tutti i muscoli scheletrici.

I riflessi spinali rispondono agli stimoli ricevuti dai nervi spinali, senza l’elaborazione primaria del cervello, in un’intersifcazione tra le connessioni efferenti motorie e quelle afferenti sensitive, sfociando in un movimento rapido del corpo.