Metodo di Allenamento di Bruce Lee

Metodo di Allenamento di Bruce Lee

All’interno del panorama cinematografico ma soprattutto sportivo continua ad essere ricordato il grande Bruce Lee, attore, artista marziale, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico cinese naturalizzato statunitense scomparso nel 1973.



Bruce Lee, nato all’interno della Chinatown di San Francisco da genitori di Hong Kong, è balzato alle luci della ribalta grazie al suo talento all’interno del mondo delle arti marziali e ai film ai quali ha preso parte mostrando al mondo le sue tecniche di combattimento.

Bruce Lee continua ad essere considerato nell’odierno una delle figure più influenti in campo delle arti marziali cinesi, considerato il maggior promotore di tale disciplina nel mondo, in particolar modo in Occidente.

L’arte marziale sintetizzata dallo stesso Bruce Lee viene chiamata  Jeet Kune Do, mentre nonostante le varie credenze sul suo conto lo stesso attore non studiò mai approfonditamente l’arte del il Tai Chi. Una delle abilità più rinomate di Bruce Lee si rapportava senza ombra di dubbio all’estrema velocità di riflessi mostrata in ogni combattimento, riproposta anche sul set dei vari film cinematografici.

Ma quale allenamento fisico seguiva il grande Bruce Lee? Attraverso il corso di questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire gli schemi fitness utilizzati dall’attore campione di arti marziali, soffermandoci in particolar modo sulla sua formazione fisica.

Metodo di Allenamento di Bruce Lee: tutto quello che occorre sapere

Nonostante la sua abilità nel campo delle arti marziali cinesi Bruce Lee era solito dedicarsi ad una tipologia di allenamenti fisici a 360 gradi, passando soprattutto dalle intese ore trascorse per il rafforzamento e l’allenamento della muscolatura.



Bruce Lee era solito seguire un costante piano fisico basato soprattutto sulla corsa e sulla pesistica. A testimonianza della sua forma fisica non soltanto l’agilità mostrata e la velocità, ma anche l’aspetto estetico del corpo proporzionato alla sua stessa statura.

Ogni mattina Bruce Lee era solito percorrere una distanza pari a 5 miglia di corsa, dedicandosi successivamente ad allenamenti specifici quali body building e Fitness. All’interno della stessa giornata una fascia di tempo era dedicata al perfezionamento delle arti marziali, servendosi dei pesi per incrementare la forza e la resistenza e del suo modello preferito ossia il PHA TRAINING.

All’interno dello schema di allenamento di Bruce Lee sono stati evidenziati diversi benefici tra cui: Diminuzione del Bf percentuale di grasso, Miglioramento del tono muscolare, Innalzamento della soglia anaerobica, Aumento della gittata sistolica, Ottenimento di incentivanti miglioramenti in breve tempo, Libertà degli orari flessibili rapportati all’allenamento, Introduzione ad un allenamento vario e divertente, Minore fatica nel compiere i gesti quotidiani, Regolarizzazione della pressione arteriosa.

Lo schema fitness seguito da Bruce Lee consente non soltanto un dimagrimento corporeo ma anche un incremento di muscolatura, resistenza, agilità, velocità, forza, migliorando tutta una serie di funzioni vitali quali quella cardiaca e polmonare.

I soggetti che desiderano intraprendere un percorso di allenamento alla Bruce Lee dovranno sottostare al piano settimanale elaborato da un personal trainer professionista, affiancando alle fatiche fisiche una corretta alimentazione, uno stile di vita adeguato, l’assunzione del fabbisogno giornaliero di acqua, sottoponendosi a visite di controllo mediche atte a garantire lo stato di salute ottimale.