La Dieta di Natale per festeggiare senza prendere peso

Il periodo natalizio risulta sicuramente il più apprezzato dell’anno, ma generalmente fonte di stress per tutti i soggetti sotto regime alimentare ipocalorico in relazione alle numerose tentazioni culinarie del periodo. Tra cene e pranzi in famiglia, ampia disponibilità di prodotti dolciari all’interno dei supermercati quali panettone e pandoro, resistere alle tentazioni risulta pressoché impossibile.



Come fare per evitare l’incremento di peso durante il periodo delle festività natalizie? Uno strappo alla regola in questo periodo viene concesso anche in presenza dei regimi dietetici più ferrei, tuttavia potrebbe rivelarsi necessario affidare i propri comportamenti alimentari ad una guida pratica da tenere sempre a portata di mano con l’avvicinarsi del Natale.

Attraverso questo nuovo articolo guidato ci occuperemo di analizzare tutti i punti salienti della Dieta di Natale, finalizzata al controllo delle calorie giornaliere, evitando un incremento incontrollato del peso corporeo, soffermandoci in particolar modo sulla maggior parte dei consigli efficaci e determinate strategie.

Come sempre ci teniamo a precisare qualsiasi piano alimentare dovrà essere preferibilmente elaborato da un medico nutrizionista sulla base delle diverse esigenze nutrizionali, variabili da soggetto a soggetto, al fine di escludere potenziali rischi per l’organismo dati da una dieta ipocalorica in fai da te.

La Dieta di Natale: tutto quello che occorre sapere

Festeggiare l’arrivo del Natale, il conseguente cenone di San Silvestre e la ricorrenza dell’Epifania, comporterà un aumento di peso diffuso in relazione ai frequenti ‘strappi alla regola’ e alle diverse tentazioni presenti sulla maggior parte delle tavole imbandite a festa. Come arginare il rischio di un aumento di peso incontrollato durante le festività più importanti dell’anno?



A tal proposito Pietro Migliaccio , presidente della Società italiana di scienza dell’alimentazione, con la collaborazione della nutrizionista Francesca Perrone, ha elaborato un piano alimentare ideale per i soggetti sotto regime alimentare ipocalorico in previsione dell’arrivo del Natale. All’interno del piano elaborato si trovano due mini-diete al fine di poter mangiare liberamente in occasione del 25 dicembre.

La dieta di compenso dovrà essere seguita nei tre giorni successivi al Natale, concentrata sulla depurazione dell’organismo dopo le abbuffate, nonché una dieta di base ideata in rapporto alle giornate feriali. Tutte e due le diete prevedono l’assunzione di tre pasti principali, uno spuntino a metà mattinata e uno spuntino di metà pomeriggio. Le rinunce in questo caso si presentano temporanee e distribuite equamente, la dieta di compenso prevede un apporto di 900 Kcal al giorno, mentre nel giorno del 25 dicembre si potrà assumere un piatto di tortellini in brodo.

La dieta di base consente invece di assumere fino a 1.200 Kcal al giorno, senza prevedere l’assunzione di pasta, pane, biscotti e prodotti ricchi di carboidrati. I soggetti esclusi da tali regimi alimentari dovranno essere quelli affetti da specifici disturbi patologici quali il diabete, patologie cardiache. Tra i consigli quello di ridurre l’impiego del sale, evitando alimenti quali mais, legumi, patate, prestando attenzione ai metodi di cottura, assumendo un apporto corretto di acqua, optando per il solo condimento a base di olio extravergine di oliva, praticando almeno una passeggiata giornaliera di 2-3 chilometri, evitando gli insaccati e gli alimenti confezionati.