Integratori di Antiossidanti: proprietà e benefici

Quali benefici apportano gli integratori antiossidanti e di quali ingredienti sono composti? Risultano effettivamente utili all’organismo?



Gli integratori a base di antiossidanti si rivelano particolarmente utili in caso di carenze e fabbisogni. Gli antiossidanti sono sostanze utili e indispensabili per l’organismo, nonché per la bellezza e la salute della pelle e si suddividono in due categorie distinte:

  • Antiossidanti naturali, detti anche esogeni (assimilabili attraverso gli alimenti)
  • Antiossidanti farmaceutici (di preparazione erboristica o farmaceutica in grado di sopperire ai fabbisogni giornalieri in presenza di carenze)
  • Antiossidanti endogeni (prodotti dall’organismo)

Gli antiossidanti contenuti all’interno degli alimenti sono generalmente in grado di coprire il normale fabbisogno giornaliero necessario all’organismo. I cibi dove è possibile reperire naturalmente gli antiossidanti sono:

  • Frutta (mele, mirtilli, prugne, fragole, uva, avocado, melograno, arance, ecc.).
  • Verdura (cavolo nero, pomodori, peperoni, barbabietole, carote).
  • Semi oleosi (semi di sesamo, semi di lino, semi di girasole, semi di zucca).
  • Pesce (pesce azzurro, salmone).
  • Tè verde (considerato come la fonte maggiore di antiossidanti).

Gli antiossidanti prevengono quindi l’ossidazione di lipidi, acidi nucleici e proteine causate dai radicali liberi, i diretti responsabili dell’invecchiamento precoce e dei danni causati alle strutture cellulari. La formazione dei radicali liberi avviene anche in presenza di un’esposizione eccessiva ai raggi UV, al fumo di sigaretta, alle abitudini di vita e all’alimentazione scorretta, per abuso di farmaci, ecc.

 

INTEGRATORI ANTIOSSIDANTI: PROPRIETA’ BENEFICHE

Gli integratori di antiossidanti dovranno possedere una serie di caratteristiche ad effetto benefico, tra cui:



  • Concentrazione (l’etichetta dovrà riportare il valore e la concentrazione di antiossidanti presente all’interno del prodotto).
  • Qualità/Prezzo (il costo complessivo del prodotto dovrà corrispondere alla presenza effettiva di antiossidanti presenti al suo interno).
  • Tecniche di estrazione (le tecniche di estrazione del principio dovranno riportare una perdita contenuta di antiossidanti).
  • Test clinici (dovranno essere presenti e riportati sulla confezione o all’interno del foglietto illustrativo al fine di garantire l’efficacia del prodotto).

Gli integratori di antiossidanti sono generalmente sviluppati in laboratorio e risultano quindi di composizione chimica, comprendenti:

  • Vitamina A (per il benessere degli occhi e della pelle)
  • Vitamina E (potente antiossidante contro l’invecchiamento cellulare e cutaneo)
  • Vitamina C (per il potenziamento del sistema immunitario contro le malattie)
  • Zinco (per la cicatrizzazione delle ferite, la salute dei capelli, la salute del fegato, per il sistema immunitario)
  • Selenio (per combatter i radicali liberi e le rughe)
  • Rapporto tra Omega 3 e Omega 6 (1:2 e 1:6)
  • Dicitura “acido linoleico”

Molti integratori di antiossidanti contengono al loro interno un mix di flavonoidi, polifenoli, coezima Q10, complessi anti-age. Potranno essere assunti in presenza di carenze nutrizionali, in stato di gravidanza, durante la menopausa, durante l’attività sportiva, ad effetto preventivo e per la salute dei capelli.

 

INTEGRATORI DI ANTIOSSIDANTI: EFFETTI COLLATERALI

Tra gli effetti collaterali degli integratori di antiossidanti si trovano alcuni specifici componenti che se assunti in eccesso potrebbero portare diversi problemi, come:

  • Zinco (potrebbero scatenare infezioni del tratto urinario, febbre)
  • Omega 6 (potrebbero favorire la comparsa del cancro)
  • Vitamine liposolubili (tossicità e cancro).