I consigli per purificare la pelle e combattere brufoli e punti neri

I consigli per purificare la pelle e combattere brufoli e punti neri

Al fine di detergere la pelle, prevenendo il rischio dei brufoli e dei punti neri, risulta un’operazione essenziale, ma al tempo stesso gli agenti aggressivi presenti all’interno di determinati prodotti cosmetici possono incrementare uno stato di irritazione e arrossamenti, mentre un’eccessiva igiene della cute risulta spesso controproducente.



Le diverse tipologie di pelle vengono stabilite essenzialmente da un corredo genetico, come evidenziato anche nel corso delle pubblicazioni passate all’interno della rivista femminile Cosmopolitan, sotto le valutazioni di Heidi Waldorf, dermatologo del Waldorf Dermatology Estetics di Nanuet, New York.

Come fare per individuare il miglior trattamento purificante per la pelle allo scopo di prevenire la formazione di brufoli e punti neri? Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire tutti gli aspetti legati alla corretta purificazione della pelle, soffermandoci sui consigli pratici e i rimedi per contrastare la formazione degli inestetismi.

Brufoli e punti neri: tutti i consigli per contrastare la loro formazione

Che cosa causa la formazione dei brufoli e dei punti neri sulla pelle? All’origine del problema si susseguono diverse cause, molti delle quali dovuti ad alterazioni ormonali, eredità genetiche, alimentazione sregolata, micro-infiammazioni, ecc.

Per ottenere una pelle pura si dovranno seguire alcune semplici linee guida. Innanzitutto alla base della prevenzione da brufoli e punti neri si trova una corretta e quotidiana igiene della cute, servendosi di cosmetici privi di agenti aggressivi, ricordandosi di rimuovere il make up ogni sera prima di coricarsi.



Successivamente alla pulizia del viso applicare un siero idratante in grado di penetrare in profondità nel derma cutaneo risulta un vero e proprio toccasana se abbinato ad un successivo trattamento cosmetico crema giorno adatto alla propria tipologia di pelle grassa, secca, mista, oppure disidratata.

Tra i cosmetici maggiormente indicati si trovano anche gli esfolianti per ottenere una pelle maggiormente liscia e levigata. Alla base degli scrub tuttavia occorrerà optare per ingredienti delicati e naturali, realizzabili anche a domicilio grazie alla disponibilità di diversi tutorial presenti online.

In alternativa agli scrub classici si potrà optare per l’acquisto di una mousse detergente delicata. Da evitare risultano alcune tipologie di saponi comuni come quello di marsiglia, responsabile di un’alterazione del Ph naturale della cute.

A livello alimentare invece si consiglia di adottare uno stile sano riducendo sensibilmente gli eccessi, gli apporti di grassi, zuccheri, il consumo di alimenti confezionati, salumi, dolci, assicurando all’organismo un quotidiano apporto di acqua pari ad almeno 1,5 litri giornalieri.

Tra i migliori detergenti disponibili in commercio si trovano quelli oleosi, compreso il latte detergente, da rimuovere grazie all’impiego di un panno in microfibra.

Da evitare anche i trattamenti a base di alcool responsabile di un incremento dello stato grasso della pelle, mentre in casi più critici ci si potrà rivolgere ad un dermatologo professionista di fiducia per l’elaborazione di trattamenti personalizzati.

Sconsigliati anche i cosmetici a base di comedogeno privi di ingredienti quali vasellina, lanolina, cere, olio di ricino, squalene, paraffina, mineral oil. A livello alimentare tuttavia, le ultime ricerche condotte in merito, hanno escluso una correlazione certa tra l’incremento dell’insorgenza dei brufoli e dei punti neri con l’assunzione di cioccolato e salumi.