Dieta Plank Modificata

La dieta Plank nasce dal suo creatore Max Planck e si basa su un regime iperproteico che consente una perdita di peso notevole in sole due settimane, circa 9 chilogrammi.



La dieta Plank originale è talmente restrittiva che molti non riescono a seguire il suo regime e preferiscono adattarsi alla dieta modificata.

In entrambe le versioni si prevede l’eliminazione quasi completa dei carboidrati per un risultato veloce puntando sui sacrifici più estremi per perdere peso.

Anche l’apporto di zuccheri viene ridotto quasi nella sua totalità, l’apporto di fibre diviene scarso e gli unici grassi assunti sono quelli rappresentati dalle carni di pesce e carne magri.

Inoltre la dieta Plank non prevede nessuna fase di mantenimento successiva alla perdita di peso desiderata e raggiunta. A fonte di questo motivo diviene estremamente facile riprendere ogni singolo chilogrammo perso durante il regime alimentare ristretto. L’unico modo possibile per non vanificare i sacrifici è quello di affiancare ad una dieta di mantenimento un altrettanto adeguato esercio fisico.

 

COLAZIONE, PRANZO E CENA CON LA DIETA PLANK MODIFICATA

L’originale dieta Plank prevedeva il consumo di un caffé amaro e di un panino intero come prima colazione. La sua versione modificata sostotuisce il pane con tre fette biscottate, mantenendo il caffé.

A pranzo e cena sono esclusi ogni tipologia di carboidrati, in favore di carne e pesce in accompagnamento alle verdure, esclusi ogni tipo di zuccheri.

Anche la frutta viene quasi del tutto eliminata a causa dei suoi contenuti zuccherini.

 

TABELLA ALIMENTARE PLANK MODIFICATA

COLAZIONE: Té o caffè senza zucchero, un piccolo panino (non più di 4/5 volte nell’arco della settimana) o 4/5 fette biscottate.

PRANZO: Porzione di proteine (a scelta tra pollo alla griglia, pesce lesso, due uova sode o bisteccha); un contorno di verdure (pomodori, insalata, spinaci lessati, carote lessate o crude).



PRANZO DEL GIOVEDI’: In sostituzione alle uova o al pesce è concessa una porzione di formaggio magro spalmabile.

CENA: Porzione di proteine (a scelta tra bistecca di manzo, prosciutto cotto, arrosto di manzo, due uova sode); un contorno di verdure (insalata di pomodori, carote lessate o crude, insalata verde).

SPUNTINI E MERENDE: Sono assolutamente vietati.

 

PASTO DELLA DOMENICA: solo in un pasto, una giorno alla settimana a scelta come in questo caso la domenica, è consentito uno strappo alla regola ferrea. Sono concesse a scelta una porzione di frutta (mela, fragole o ananas), un alimento a piacere senza però eccedere nel suo consumo.

Sono vietati cibi e bevande alcoliche, gassate, zuccherate e l’uso del condimento come l’olio d’oliva (anche a crudo).

Questa sopra è la tabella del regime alimentare modificato. Qui invece trovi la tabella alimentare della dieta Plank originale.

 

OPINIONI SULLA DIETA PLANK

Secondo l’esperienza di chi ha seguito la dieta plank la perdita di peso, che consegue da un regime povero di grassi e di zuccheri tanto estremo, è assicurata. La perdita di peso si aggira intorno ai 9 chilogrammi in 15 giorni, ma per qualcuno può risultare leggermente inferiore, a seconda del regime correttamente o meno seguito.

Si crede che la sola dieta Plank aiuti il mantenimento successivo della forma fisica per i due anni successivi, se compresi di allenamento fisico e un programma di mantenimento equilibrato.

Si può dunque tornare alle vecchie e malsane abitudini dopo la taballa Plank? Sembra proprio di no. Abbiamo comunque approfondito l’argomento nella guida chiamata Dieta Plank Pareri, Vantaggi e Svantaggi.