Dieta Ipocalorica da 1200 Calorie, Menu Settimanale

La dieta ipocalorica si sceglie quando si ha bisogno di seguire un regime alimentare che prevede un apporto calorico ed energetico giornaliero inferiore rispetto alle calorie necessarie. In parole povere i soggetti che ricorrono alle diete ipocaloriche necessitano di un programma alimentare atto a perdere peso.



Una dieta ipocalorica include ben due discriminanti:

  • Prescrizione: deve essere soggetta alla prescrizione di un medico nutrizionista, ovvero la figura professionale che saprà valutare la situazione personale del soggetto;
  • Giustificazione: la dieta ipocalorica deve essere seguita soltanto in caso di reale bisogno, come se fosse un trattamento, una terapia momentanea atta al raggiungimento di uno specifico scopo. Il suo protrarsi senza giustificazione, come ad esempio nelle persone normopeso, potrebbe portare l’organismo a diversi squilibri e patologie.

 

LA CORRETTA APPLICAZIONE DELLA DIETA IPOCALORICA

Le diete ipocaloriche “fai da te” e l’estremizzazione della stessa avvenuta nell’ultimo mezzo secolo hanno fatto in modo che il suo reale scopo e concetto sia associato a un principio di base negativo.

In caso di poatologie come l’obesità il soggetto potrebbe incombere in disturbi come il colesterolo alto, iperglicemia o diabete mellito tipo 2, iperuricemia e/o gotta, ipertensione, ecc. Per scongiurare tali patologie il medico di base assegna una dieta ipocalorica al soggetto, indirizzandolo verso il controllo di un dietologo esperto.



Ma quante calorie vengono dimezzate in un regime ipocalorico? Per citare un esempio basti prendere in analisi un fabbisogno giornaliero di 1800 calorie in un soggetto tipo. In una dieta ipocalorica le calorie concesse saranno di 1200, ben 600 calorie in meno, circa 2,4 Kg di perdita al mese controllata. Le diete ipocaloriche controllate contengono tutti i macro e i micronutrienti necessari all’organismo di una persona, proprio per questo motivo non promette nessun miracolo veloce, ma assicura al corpo la corretta stabilità.

 

MENU’ ESEMPIO DI UNA DIETA IPOCALORICA DA 1200 CALORIE

COLAZIONE: caffè purché amaro e privo di altri zuccheri, un bicchiere di latte scremato o una spremuta d’arancia (meglio se fresca) non zuccherata, 20/30 grammi di cereali integrali (oppure 2 biscotti secchi, o 2 fette biscottate integrali con un cucchiaino di miele o marmellata).

SPUNTINO META’ MATTINATA: un vasetto di yogurt magro da 125 grammi (alla frutta oppure bianco con aggiunta di frutta fresca), in alternativa un té caldo con 2 fette biscottate, oppure un frutto di stagione.

PRANZO: 40/50 grammi di pasta o riso da condire con verdure fresche, salsa di pomodoro crudo, legumi o minestrone.

Un’insalata condita con un cucchiaino di olio extravergine di oliva con verdure grigliate. Una pera o una mela in un rapporto di 100 grammi.

CENA: 40/50 grammi di pane integrale, una porzione di verdure lessate o grigliate, oppure insalata alla quale aggiungere 150 grammi di carne bianca, in alternativa 200 grammi di pesce magro o una porzione di salumi magri. Volendo alternare ancora assieme alla verdura è possibile scegliere tra: 1/2 uova sode o cotte al forno, 50 grammi di formaggio magro.

Una pera o una mela da 100 grammi.

 

Gli integratori in una dieta ipocalorica non hanno necessità di esistere in quanto gli apporti sali minerali e vitamine vengono assunti attraverso il regime stesso.