Dieta Detox: Rischi, Effetti Collaterali e Controindicazioni

Dopo aver visto quali sono i principali benefici derivanti dalla dieta Detox a base di limone vediamo ora quali sono nello specifico i rischi della dieta disintossicante Detox, i principali effetti collaterali e le controindicazioni a cui si potrebbe andare incontro.



Come funziona la dieta detox? A cosa dobbiamo la nascita di questo tipo di alimentazione? Il regime alimentare che sembra essere nato con l’unico scopo di favorire la depurazione del nostro organismo presenta alcune controindicazioni che è bene tenere presente.

Qualsiasi dieta restrittiva può condurre il nostro corpo a deterioramento se protratta troppo in avanti nel tempo in modo del tutto autonomo. In ogni caso nella guida dedicata alle ricette della dieta detox sarà possibile trovare diverse soluzioni di centrifugati e bevande che potranno essere gustate anche senza tanta moderazione in quanto completamente a base di frutta e tutti sappiamo quanto la frutta faccia bene al nostro corpo.

La Detox è solita affiancare al suo regime nutrizionale specifici prodotti come l’acqua e diverse terapie sulle quali però si sono aperti numerosi dibattiti scientifici.

 

EFFETTI DELLA DIETA DETOX SUI SOGGETTI SANI

Sui soggetti senza particolari patologie o disturbi la dieta disintossicante produce effetti benevoli, protratta per un breve periodo di tempo.

Le possibili controindicazioni si riducono quindi al minimo nei periodi indicati fra i 3 e i 10 giorni.

 

EFFETTI DELLA DIETA DETOX SU ALTRI SOGGETTI

In realtà quando sentiamo parlare di diete disintossicanti e di eliminazione delle tossine non associamo mai codeste parole alla definizione medica. Sul dizionario dei medici possiamo trovare la tossina sotto la definizione di un veleno organico vegetale, animale e batterico. La loro funzione è importante sia dal punto di vista umano che animale, basti pensare al veleno della vipera o a quello dello scorpione in natura.



Quando si parla di tossine si tende dunque a generalizzare sempre la loro reale funzione, associandole ad una dieta in grado di eliminarle.

Che si scelga dunque di seguire o meno una dieta Detox è importante ricordare i suoi rischi.

Secondo alcuni un soggetto sano che segue uno stile di vita altrettanto salutare non necessita di un digiuno disintossicante in quanto sia i reni che il fegato permettono una corretta espulsione delle tossine in eccesso.

Su donne in gravidanza un regime disintossicante come la dieta Detox è assolutamente sconsigliata per il feto in crescita, così come nei bambini, al fine di scongiurare una seria denutrizione.

Il digiuno prolungato può influire sui livelli di zucchero causando uno scompenso di elettroliti. E’ sconsigliata a chi soffre di diabete, patologie al fegato, reni o malanni cronici.

Il dimagrimento dei primi giorni si concentra soprattutto nella perdita dei liquidi, ma se protratto porta alla perdita della massa magra dei muscoli, rallentando il metabolismo.

Facendo ritorno ad uno stile di vita alimentare regolare i gonfiori sconfitti in precedenza potrebbero insorgere nuovamente, appesantendo l’organismo, con il rischio di recuperare in fretta i chilogrammi perduti.

 

RISCHI DEGLI INTEGRATORI IN UNA DIETA DETOX

I prodotti disintossicanti consigliati possono celare effetti pericolosi dietro la loro assunzione.

I loro effetti diuretici e lassativi inducono il corpo alla disidratazione, all’assuefazione nei casi più gravi, persino se si tratta di droghe antrachinoniche a base di erbe. L’aloe, la senna, la frangola e cascara favoriscono la dissenteria. Il dente di leone, l’ippocastano, il buchu e l’uva ursina stimolano l’aumento della diuresi.

In sostanza per disintossicare l’organismo da uno stile di vita sregolato non è sufficiente sperare in un miracolo mirato in soli pochi giorni. Quello che appare certo sembra il dispendio di denaro che tali propagande trascinano dietro di sé, seguendo una moda momentanea più che un vero e proprio regime nutrizionale efficace.