Dieta Adamski: per dimagrire velocemente fino a 7 kg

La Dieta Adamski promette una perdita di peso rapida e veloce fino a 7 kg andando a limitare gonfiori addominali e intestinali, difficoltà del sonno, stitichezza e ulteriori disturbi dati da un’alimentazione errata. Come sempre ci teniamo a precisare qualsiasi regime ipocalorico dovrà essere elaborato dal proprio medico nutrizionista sulla base delle diverse esigenze nutritive personali, andando ad escludere diete in autonomia potenzialmente lesive per la salute dell’organismo.



Attraverso questo nuovo articolo guidato ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche della Dieta Adamski, soffermandoci in particolar modo sulla sua effettiva efficacia, il programma menù settimanale, la perdita di peso garantita e gli eventuali effetti collaterali, concentrandoci sulla sua origine e i pareri medici.

Dieta Adamski: tutto quello che occorre sapere

La Dieta Adamski consiste in un regime alimentare ipocalorico finalizzato alla perdita di peso e al recupero del benessere fisico. Alla base della Dieta Adamski si trova la necessità di provvedere allo sgonfiamento della pancia e all’attivazione dell’intestino pigro, contrastando l’insonnia e persino il mal di schiena.

Il regime alimentare ipocalorico è stato ideato e strutturato dal naturopata Frank La Porte Adamski dividendo gli alimenti in tre diverse categorie specifiche. La suddivisione dei cibi all’interno della Dieta Adamski prevede gli alimenti veloci in grado di percorrere l’apparato digestivo in 30 minuti; alimenti più lenti sotto una percorrenza in 4-5 ore e alimenti invece definiti neutri.

Frank La Porte Adamski ha trascorso gli ultimi trent’anni nel tentativo di elaborare un’alimentazione sana in grado di contrastare le problematiche legate ai processi intestinali e ai gonfiori, sviluppando la Dieta Adamski come base per il dimagrimento ponderale e la salvaguardia dello stato di salute. La Dieta Adamski agisce a contrasto dei processi di fermentazione degli alimenti, abbinando i cibi in modo salutare permettendo una perdita di peso rapida fino a 7 kg in una sola settimana.



Il menù alla base della Dieta Adamski prevede un’alimentazione del Lunedi suddivisa in una prima Colazione a base di Pane con crema di nocciole e una tazza di tè, un Pranzo a base di pasta al pesto, uno Spuntino con frutta fresca e una Cena a base di pesce e verdure di contorno.

Il Martedì si potrà assumere una Colazione a base di Yogurt e miele, un Pranzo a base di risotto in bianco, uno Spuntino con frutta fresca, una Cena suddivisa in carne bianca con verdure cotte. Il Mercoledì una Colazione abase di pane con burro, un Pranzo con  uova con e verdure, uno Spuntino a base di frutta fresca , una Cena divisa in un piatto di legumi con verdure e una fetta di pane.

Il Giovedì una Colazione a base di una tazza di latte con i cereali , un Pranzo con pasta alla carbonara, uno Spuntino con frutta fresca, una Cena a base di formaggio con verdure e pane. Il Venerdì una Colazione a base di Pane con la crema di nocciole e tazza di thè, un Pranzo con pesce al forno e verdure, uno Spuntino a base di frutta fresca e una Cena a base di pasta e ceci.

Il Sabato una Colazione con  yogurt e un po’ di miele, un Pranzo a base di risotto con le zucchine, uno Spuntino con  frutta fresca e una Cena a base di pizza con formaggio e verdure. La Domenica una Colazione a base di tazza di latte con i cereali, un Pranzo a base di spezzatino con le verdure, uno Spuntino di frutta fresca , una Cena con insalata, verdure, formaggio e noci.

Al fine di evitare qualsiasi carenza si dovrà sottostare al parere del proprio medico nutrizionista in grado di valtare attentamente i possibili rischi legati alla Dieta Adamski.