Dieta a Capodanno: Cosa Mangiare?

Che cosa mangiare a Capodanno a seguito degli stravizi del periodo natalizio? I soggetti sotto alimentazione ipocalorica potrebbero ritrovarsi particolarmente in difficoltà nella scelta di un menù corretto a salvaguardia del proprio peso e degli obiettivi raggiunti in precedenza.



L’arrivo delle festività natalizie dal 24 al 6 gennaio rappresenta non soltanto la festa più importante dell’anno ma anche un motivo di trasgressione alimentare, per la quale mettere su chilogrammi di troppo in assenza dei dovuti accorgimenti. Come sempre ci teniamo a sottolineare qualsiasi dieta ipocalorica dovrà essere preferibilmente redatta da un medico nutrizionista, evitando qualsiasi approccio autonomo a potenziale rischio per la salute dell’organismo.

Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire il regime alimentare ipocalorico durante il periodo della festività del 31 dicembre, senza rinunciare al piacere della tavola e dei festeggiamenti, soffermandoci in particolar modo su di un possibile menù da proporre per il cenone di Capodanno.

Dieta a Capodanno: come ridurre il rischio di un aumento di peso, tutto quello che occorre sapere

Come preservare i propri sforzi, evitando un aumento di peso, durante il cenone di fine anno? Contrariamente alle opinioni comuni si potrà seguire un menù sfizioso senza rinunciare a qualche concessione, mantenendo allo stesso tempo un controllo sul proprio regime ipocalorico.



Per il menù dell’antipasto si potranno preparare le cozze gratinate al sesamo, sotto un apporto controllato di 150 calorie, servendosi di 1kg di cozze, 100 grammi di sesamo tostati, olio extravergine di oliva, prezzemolo, limone, vino bianco secco, sale, 1 spicchio di aglio. La prima portata potrà andare a soddisfare le tradizioni culinarie del cenone di fine anno integrando un piatto a base di lenticchie allo zafferano realizzate con 200 grammi di lenticchie, 1 spicchio di aglio, stimmi di zafferano, olio extravergine di oliva, sale e pepe.

Ma come procedere per la seconda portata? Per la scelta del secondo si potrà optare per il pesce, fonte di proteine e di grassi buoni, scegliendo l’orata al sale aromatizzata con spezie a piacere, oppure una pratica tagliata di tonno fresco da preparare al momento senza alcuna difficoltà.

Volendo optare per un secondo a base di carne in questo caso risulta ideale anche lo stinco di vitello cotto al forno. Fattore fondamentale si riveleranno essere le porzioni che non dovranno superare la soglia consigliata dal proprio regime alimentare ipocalorico, lasciando spazio per il contorno e il dessert finale.

La classica portata di contorno a base di patate potrà essere sostituita da un flan a base di fagiolini e cavolfiore, ma anche verdure grigliate o processate tramite cottura al vapore o al forno. Senza rinunciare al dolce in un giorno importante come la notte di San Silvestre si potrà realizzare una bavarese allo yogurt con agrumi, optando per l’alternativa dello yogurt magro, una scelta di frutta e una modesta quantità di zucchero di canna.

Dal punto di vista delle bevande si potrà assumere un bicchiere di vino e spumante per festeggiare l’anno nuovo, scegliendo di eliminare le classiche bevande zuccherate e gassate durante il corso della cena, fonte di ricche quantità di zucchero le quali potrebbero andare a compromettere l’apporto delle calorie totali.