Dieta 1200 Calorie

Per perdere peso in modo corretto, riducendo le calorie a 1200, diventa quasi una certezza poiché, in linea di massima, le calorie introdotte dalla fascia femminile che necessita di dimagrire di qualche chilo si aggirano sulle 1500.



Tuttavia, prima di prendere decisioni singole e affrettate, è buona norma rivolgersi al parere di un nutrizionista che sarà garantire in modo corretto tutti i nutritivi al fine di preservare in buona salute l’organismo.

L’esempio di menù proposto in questo articolo riguarda puramente una combinazione di alimenti, senza avvalersi di una tabella alimentare impostata da un nutrizionista.

 

ESEMPIO DI UNA DIETA DA 1200 CALORIE

COLAZIONE: il pasto principale della giornata, che molte persone si ostinano a saltare, rappresenta il pasto principale in assoluto per rimettere in funzione l’organismo a seguito delle ore di riposo notturne. In questo caso è preferibile ridurre l’apporto di carboidrati, preferendo invece alimenti ricchi di proteine e fibre come lo yogurt magro, un frutto di stagione in abbinamento a frutta secca, come 2/3 noci. In alternativa si può optare per circa 2 fette biscottate integrali con un cucchiaino di marmellata alla frutta e una tazza di latte parzialmente scremato.

 



PRANZO: in questo caso si può fare a meno della bilancia in presenza di verdura di stagione, come insalata, verdura a foglia verde, verdura cruda, purché venga abbinata a metodi di preparazione o cottura quali al forno, al vapore, lessata e mai fritta. Oltre alle verdure, condite con un cucchiaino di olio extra vergine di oliva, oppure olio di evo, si potranno abbinare dei formaggi magri non stagionati, carne magra, oppure pesce bollito, rispettando il peso dei prodotti in giusta dose, tofu e anche bresaola o uova. La pasta dovrà invece essere ridotta a non più di due volte alla settimana, preferibilmente integrale, in alternativa sono disponibili anche paste realizzate con farina di legumi o di riso, nelle proporzioni non superiori a 60 grammi, senza condimenti pesanti. E’ preferibile consumare un frutto di stagione fra i più magri, riducendo quindi banane, mandarini, fichi, cachi, a più alto contenuto di zuccheri.

 

CENA: alla sera è preferibile optare per le proteine, pesce o carne magra cotta ai ferri, in alternativa si potranno consumare dei legumi, del tofu, dei burghers vegetali, verdura a volontà (fatta eccezione per le patate, mais) e una fetta di pane integrale. Molte diete consigliano gallette di riso e cracker in sostituzione al pane, ma studi recenti dissentono sul loro effettivo dispendio calorico. Per condimenti sono consigliati olio extra vergine di oliva, olio di evo, bandendo quindi burro, margarine, salse e sughi industriali, alimenti preconfezionati, così come alcool e bibite gassate e zuccherate, nonché i dolciumi.

 

SPUNTINI: come per la colazione gli spuntini sono concessi per spezzare la fame nell’arco della giornata, evitando di cadere così nel rischio delle abbuffate durante i pasti. Frutta di stagione, circa 100 grammi, e yogurt magro in abbinamento, in alternativa frutta secca se non già consumata al mattino, centrifugati di frutta o verdura preparati in casa, privi di zuccheri e dolcificanti.