Come lavare i capelli? Ecco tutti i segreti per farlo al meglio

Come lavare i capelli Ecco tutti i segreti per farlo al meglio

Procedere al lavaggio corretto dei capelli risulta estremamente facile seguendo alcune linee guida specifiche al fine di non compromettere lo stato di salute della cute e della capigliatura stessa.



I classici shampoo, balsamo e asciugatura con il phon possono essere eseguiti nel modo sbagliato, seppur semplici in apparenza, a seconda della frequenza, delle formulazioni, dello stato delle lunghezze. Al fine di procedere ad un lavaggio corretto si dovranno prendere in valutazione diversi fattori partendo dall’acqua, arrivando ai metodi di asciugatura.

Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire tutte le particolarità del lavaggio corretto della capigliatura, soffermandoci in particolar modo sui consigli della maggior parte degli esperti, i prodotti specifici e alcune regole fondamentali.

Lavare i Capelli nel modo corretto: tutto quello che occorre sapere

Lavare i propri capelli può risultare un’operazione estremamente semplice in apparenza. In realtà, sottostare a lavaggi scorretti ripetuti nel tempo, può dimostrarsi altamente lesivo per la salute interna ed esterna della capigliatura e del cuoio capelluto.

Alla base di tutti i consigli degli esperti si trova senza ombra di dubbio la regolazione dell’acqua. Al fine di raggiungere un risultato ideale i capelli dovranno essere bagnati per circa un minuto di tempo prima di passare all’impiego dello shampoo. La temperatura dovrà risultare preferibilmente tiepida e mai eccessivamente calda al fine di non rovinare lo stato della capigliatura.

Contrariamente alle usanze i capelli dovranno essere pettinati in precedenza al lavaggio e mai durante o successivamente, in modo tale da andare a ridurre il rischio di spezzare le punte e le lunghezze.



La dose dello shampoo da applicare non dovrà risultare eccessiva limitandosi ad una semplice noce di burro, a formulazione preferibilmente naturale escludendo agenti chimici aggressivi dannosi per il cuoio capelluto spesso irritanti.

Il massaggio sulla cute dovrà essere eseguito per mezzo dei polpastrelli, mentre si sconsiglia l’utilizzo dello shampoo secco per un periodo frequente, dimostrandosi in grado di danneggiare la salute dei capelli.

Il balsamo dovrà essere distribuito in modo omogeneo su tutte le lunghezze, compresa la cute, senza esagerare con il dosaggio al fine di non andare ad appesantire la capigliatura una volta asciutta. Le maschere rigeneranti dovranno essere applicate una sola volta alla settimana, optando per una tipologia in linea con la propria capigliatura (capelli secchi, grassi, presenza di forfora, ecc).

Il risciacquo finale dovrà essere accurato in modo tale da andare ad eliminare qualsiasi residuo di shampoo e balsamo, evitando di pettinare i capelli da bagnati in quanto risultano maggiormente predisposti a spezzarsi. In presenza di nodi si potrà invece optare per un pettine di legno a denti larghi, cercando di compiere movimenti delicati, aiutandosi con le mani.

I capelli dovranno essere tamponati con l’impiego di un asciugamano, evitando di frizionare la chioma eccessivamente, avvolgendoli in un turbante per alcuni minuti prima di procedere all’asciugatura finale.

Il phon dovrà essere tenuto ad una distanza di almeno 10-20 centimetri dalla cute e dalle lunghezze, evitando le temperature massime. Le piastre liscianti o arriccianti dovranno essere utilizzate solamente sui capelli completamente asciutti, evitando gli impieghi frequenti giornalieri.