Cinesiologia cos’è

Lo studio della cinesiologia, detta anche chinesiologia, si occupa del movimento razionale umano, in ogni sua forma attiva. L’etimologia della parola si rifà a termini greci, mentre tale coniazione fu assunta per l aprima volta da Carl August Georgii, ad indicare la figura professionale del fisioterapista.



La scienza della cinesiologia viene applicata a diverse aree tra cui quella socio-relazionale, affetto-emotiva, cognitiva, fisica, motoria, intellettuale.

Il primo chiropratico ad occuparsi di cinesiologia fu il Dott. George Goodheart, associando ogni singolo muscolo del corpo umano agli organi principali dell’organismo, studiandone gli equilibri al fine di comprendere le alterazioni muscolari a livello emotivo, nutrizionale, emozionale.

All’interno del percorso accademico italiano la cinesiologia con campi di applicazione che interessano il movimento razionale attivo umano e che si associa a diverse funzionalità motorie, quali:

  • Funzionalità educative attraverso l’educazione motoria nelle scuole.
  • Funzionalità formative attraverso le attività motorie di bambini, giovani, a proseguire.
  • Funionalità preventive attraverso la ginnastica della postura, del fitness, nei soggetti di terza età.
  • Funionalità ricreative attraverso una ginnastica accompagnata da musica, giochi.
  • Funzionalità sportive attraverso gli allenamenti e la preparazione atletica.
  • Funzionalità compensative e adattate.

 

In Italia le figure che possono accedere agli studi della cinesiologia sono i  diplomati degli Istituti Superiori di Educazione Fisica, abbreviato in ISE, e i dottori in scienze motorie. La Legge stabilisce che la professione di cinesiologia rientra nella disciplina 4/2013 che regolamenta le professioni non disciplinate e stabilisce le competenze professionali del chinesiologo. Per tanto non potranno essere svolte professioni sanitarie.



 

CINESIOLOGIA TERAPEUTICA

La scienza della cinesiologia per tanto si occuperà di ricercare le cause della contrazione o della debolezza di un muscolo, ottenendo le informazioni dell’organo al quale si collega. La prova consiste nella tecnica della contrazione isometrica del muscolo contro una resistenza esterna, denominata Kendall.

Il modulo Kendall analizza e identifica la sede centrale del problema, metabolico, scheletrico, nervoso, muscolare, biochimico, di natura fisica o mentale. I chinesiologi si servono delle potenze curative tratte dalle energie vitali dell’organismo stesso servendosi di ulteriori tecniche come supporto come l’agopuntura e le tecniche chiropratiche. Tra le diverse terapie utilizzate in cinesiologia si trovano:

  • Agopressione
  • Massaggio linfatico
  • Consigli nutrizionali
  • Manipolazioni
  • Rimedi omeopatici
  • Terapia del fiore
  • Modifiche ambientali
  • Terapia meridiana
  • Trattamenti dei punti di rilfesso, attenzione, grilletto
  • Versione ipertonica dei muscoli
  • Agoterapia
  • Terapie chiropratiche

Tutti i metodi elencati risultano non invadenti per il soggetto, sfruttando il potere naturale di alcune tecniche motorie e manuali per la stimolazione del muscolo. La cinesiologia valuta inoltre la postura, i suoi passaggi posturali e le attività funzionali, approfondendo le tappe dello sviluppo motorio dal bambino all’anziano.

L’attuazione di specifici movimenti sia in forma assistita, che singolarmente attuati dallo stesso paziente, permettono effetti terapeutici del tutto simili a quelli fisioterapici. Qualsiasi tipo di stress, di natura fisica o di natura emozionale esprime il suo disagio sui muscoli e sugli organi dell’organismo ad esso correlati, sfruttando lo stesso potere di forza interiore per riequilibrare tali capacità motorie e psichiche.