Cos’è

L’alga Laminaria, scientificamente nota con il nome di Laminaria digitata, è un’alga bruna dalle lunghe dimensioni che si estendono per circa quattro metri, presentando un colore marrone scuro, costituita da un tallo che si allarga in quelle che vengono definite “dita”.

Il suo habitat ha origine nei mari e negli oceani freddi, in particolare in quelli del Mare del Nord e nell’Atlantico settentrionale, lungo le coste della Gran Bretagna e dell’Irlanda, in Islanda e in Russia e in Bretagna.

Durante la bassa marea l’alga può formare ampi pascoli, assumendo un colore dorato alla luce del sole.

In seguito al raccolto, l’alga Laminara viene fatta essiccare per subire i classici processi di lavorazione e di immissione nel commercio. La fama dell’alga Laminara deriva soprattutto per il suo contenuto di sali minerali e iodio, per i suoi effetti nella cura della pelle e per la stimolazione del metabolismo.

 

Proprietà

La Laminaria Digitata è definita un’alga eclettica, con differenti e notevoli possibilità di utilizzo per il benessere fisico.

L’alga Laminara si trova spesso come ingrediente di alcuni integratori alimentari, sotto forma di polvere o compresse, acquistabili presso i negozi biologici o tramite internet.

 

Benefici

Recentemente la ricerca scientifica ne ha permesso l’utilizzo come coadiuvante nell’interruzione di gravidanza, rappresentando un’alternativa naturale in caso di problemi derivanti dall’asma o allergie impossibilitati all’assunzione di farmaci. Le sue proprietà permettono di allargare e dilatare le dimensioni della cervice dell’utero e anche se le comuni sostanze chimiche usate odiernamente per favorire la dilatazione risultano essere meno dolorose.

 

Controindicazioni

L’ eccesso d’assunzione dell’alga Laminaria Digitata è in grado di fornire al vostro corpo alti livelli di iodio, che potrebbero dunque alterare la funzione della tiroide.

L’estratto di alga Laminara potrebbe anche interagire con alcuni farmaci, come i fluidificanti del sangue e farmaci usati per il trattamento di varie condizioni della tiroide come l’ipertiroidismo, ipotiroidismo o altro, sconsigliandone quindi l’assunzione in presenza di tali fattori di rischio.