Esaustivo Salute A chi rivolgersi quando si soffre di Cervicale

A chi rivolgersi quando si soffre di Cervicale

A chi rivolgersi quando si soffre di Cervicale


Il fastidioso dolore o fastidio provocato dalla cervicale si presenta come una patologia particolarmente diffusa all’interno della popolazione in grado di colpire sia i soggetti femminili che i soggetti maschili.

Le persone che soffrono di dolori cervicali generalmente tendono a rivolgersi al proprio medico curante solamente in presenza di un peggioramento progressivo dei sintomi e di una situazione invalidante allo svolgimento delle attività quotidiane.

I soggetti affetti da cervicali presentano i classici sintomi di chi trascorrere la maggior parte del tempo seduta di fronte al monitor di un computer, ad esempio per cause professionali o di studio. I dati statistici odierni mostrano difatti un incremento della cervicalgia, ovvero cervicale, tra la popolazione durante gli ultimi anni.

L’assunzione di posizioni scorrette aumentano il rischio di contrarre una cervicale con conseguente strascico di un corredo sintomatico specifico, un progressivo aumento delle tensioni in grado di peggiorare la situazione generale in assenza di interventi.

Tutte le tensioni accumulate nel corso del tempo sono in grado di originare verticalizzazioni cervicali, protrusioni ed ernie. Una delle classiche posizioni scorrette spesso assunte prevede l’estensione del collo in avanti e il busto piegato in avanti in posizione seduta, in correlazione ad un’errata sensazione di comodità maggiore rispetto all’assunzione di una posizione scorretta.

Allo stesso tempo anche l’utilizzo eccessivo dello smartphone e dei tablet hanno promosso un maggior sviluppo della cervicale, in concomitanza con le posizioni sbagliate assunte nel tempo trascorso con i vari dispositivi mobile. In questa fase il collo risulta particolarmente stressato e in continua tensione, spesso avvertibile anche dallo stesso soggetto dopo un certo lasso di tempo impegnato nell’attività.



Piegando erroneamente la testa e di conseguenza il collo si ottiene inconsapevolmente un carico di ben 18 chilogrammi di peso in supporto, gli stessi in grado di creare una tensione sfociante nella cervicale.

Cervicale: tutto ciò che occorre sapere

Per evitare i disturbi causati da una cervicale sarà sufficiente assumere una posizione il più possibile corretta, cercando di avvicinare lo smartphone al volto, oppure cercando di non allungare eccessivamente il collo in direzione del monitor.

Ma a quale medico rivolgersi in presenza di sintomi ormai conclamati? Prima di tutto sarà essenziale contattare il proprio medico dai famiglia il quale sarà in grado di indirizzarvi verso la figura professionale di un ortopedico. Generalmente ogni soggetto tende prima a passare attraverso una serie di esami spesso inutili prima di giungere alla conclusione effettiva di una cervicale.

L’ortopedico richiederà una risonanza magnetica per escludere possibili altre cause quali lesioni e traumi. Il soggetto potrà trovare finalmente una terapia solamente dopo la routine attraversata alla ricerca della corretta diagnosi.

La terapia più indicata risulterà nella prescrizione di specifiche sedute fisioterapiche senza l’utilizzo di farmaci. Il fisioterapista in questione dovrà risultare uno specialista nel trattare i classici disturbi della cervicale, al fine di elaborare un piano terapico nel corso di un lasso di tempo breve.

La tempistica in presenza di cervicale e in assenza di farmaci contro il dolore e la tensione dei muscoli irrigiditi si rivela difatti una componente necessaria per ristabilire la salute del paziente.




A chi rivolgersi quando si soffre di Cervicale ultima modifica: 2018-03-12T10:03:13+00:00 da Serena Baldoni