Esaustivo Bellezza Trucco Sposa Cadavere

Trucco Sposa Cadavere



Il trucco sposa cadavere si rifà all’immagine del celebre cartone animato di Tim Burton, intitolato proprio “La sposa cadavere”.

Per la realizzazione di questo trucco, comunemente impiegato per celebrare la giornata di Halloween, dovranno essere utilizzati dei colori di tipo grasso, spalmabili sia con l’utilizzo delle spugnette, sia con i pennelli.

L’obbiettivo prinicpale è quello di riuscire a conferire al viso un aspetto consumato, dando appunto l’idea di un cadavere simile all’omonimo cartone.

 

EFFETTO “CONSUMATO” SUL VISO E TRUCCO SPOSA CADAVERE

Per riuscire ad ottenere l’effetto consumato sul viso potrete utilizzare due metodi specifici: il primo prevede l’utilizzo del lattice liquido apposito, mentre il secondo quello del classico vinavil.

Il lattice liquido si trova facilmente reperibile sugli store online a prezzi davvero modici, circa 2 euro, ma anche in ogni grande supermercato durante il periodo del carnevale e quello di Halloween. L’impiego della colla vinavil liquida invece prevede l’utilizzo di una semplice goccia, che non andrà per cui a ledere sulla pelle.

Oltre ad uno dei due impieghi vi occorrerà del cotone che dovrà essere posizionato proprio sul punto dell’applicazione del liquido. In alternativa potrete realizzare la cicatrice servendovi solamente di una matita nera, ricreando l’effetto di una cicatrice.

A questo punto dovrete servirvi del colore di tipo grasso sul tono tenue dell’azzurro che dovrà essere cosparso sull’intera sperficie del volto, eccetto la zona delle labbra, con l’aiuto di una spugnetta.

Una volta ricoperta la superficie del viso, consigliandovi di legare i capelli in una coda all’indietro per evitare di macchiarli, dovrete andare a disegnare una mezza luna al di sotto degli occhi per conferire al vostro trucco un aspetto simile agli occhi di una bambola.



Per farlo potrete servirvi di un colore bianco, aiutandovi con un pennello oppure una matita make up. Con un’altra matita nera a questo punto potrete disegnare le ciglia inferiori, marcandole a distanza di due pollici rispetto alla posizione naturale. Per le palpebre superiori invece dovrete applicare una linea di elyner o matita nera e decidere di riporre in risalto il resto il contorno occhi applicando una tonalità di azzurro più scuro rispetto a quello utilizzato per il viso, creando due cerchi.

Per fissare il colore di base potrete servirvi di una spugnetta e del classico borotalco, rimuovendo la patina in eccesso con un semplice pennello a punta grande, di quelli comunemente impiegati per cipria o terra.

Al fine di creare degli effetti “zone d’ombra” potrete servirvi della stessa tonalità di azzurro più scuro usata per il contorno occhi, marcando la parte sottostante agli zigomi, le narici del naso verso l’esterno e i lati del collo, questo soltanto se intenderete estendere il trucco sino al décolleté, evidenziando in ombra anche le ossa delle clavicole in tal caso.

Con la stessa matita nera potete ripassare le sopracciglie, scegliendo di sfumare anche la ferita creata grazie all’applicazione di una quantità minima di cotone. Oltre alla matita nera potrete sfumare insieme l’azzuro più scuro per conferire alla guancia un effetto scavato da scheletro.

Facoltativo è l’utilizzo di ciglia finte sulle palpebre superiori degli occhi, che conferiranno comunque un maggior volume andando a bilanciare le ciglia sottostanti precedentemente disegnate.

Infine scegliete di utilizzare un colore rosa antico sulle labbra in maniera tale da riporle in evidenza, contrastando l’effetto dell’azzuro.