Esaustivo Alimentazione Cosa mangiare durante l’influenza

Cosa mangiare durante l’influenza

Cosa mangiare durante l'influenza


Quando si contrae il virus dell’influenza inevitabilmente anche l’appetito subisce un forte calo e ci si domanda quali alimenti preferire rispetto ad altri per non affaticare ulteriormente l’organismo già di per sé impegnato a contrastare l’azione del virus.

Seguire un’alimentazione adeguata in questo caso potrebbe aiutare i soggetti affetti da influenza ad accorciare i tempi di guarigione, soprattutto in vista del virus influenzale di quest’anno particolarmente aggressivo e resistente agli antibiotici che ha condotto diverse persone all’ospedalizzazione.

L’alimentazione in questo caso può arrivare persino a sconfiggere i classici sintomi legati ad uno stato influenzale in presenza o meno di febbre, promuovendo una cura naturale e priva di effetti collaterali.

Molti medici scienziati del passato, ma anche dell’epoca odierna, si sono spesso soffermati sull’importanza di una dieta alimentare corretta intesa come uno stile di vita e non come una rinuncia, atta a contrastare infezioni e patologie grazie alla sola scelta degli alimenti da portare in tavola.

I natura diversi alimenti presentano specifiche e particolari proprietà benefiche fondamentali per preservare la salute dell’organismo, capaci allo stesso tempo di combattere le infezioni e i virus, rafforzando il sistema immunitario.

Attraverso questo nuovo articolo guida ci occuperemo di approfondire ogni aspetto legato all’alimentazione corretta da seguire in presenza di stati febbricitanti correlati dai classici sintomi influenzali, senza per questo sostituirci al parere medico.

Cosa mangiare durante l’influenza: tutto quello che occorre sapere

Durante uno stato influenzale sarà opportuno modificare momentaneamente le proprie abitudini di vita, preoccupandosi di non uscire in presenza di febbre, di non esporsi alle correnti d’aria, tenendo la gola al riparo, evitando di fumare e di bere alcolici.



Oltre a questo si dovrà concedere al corpo il tempo necessario per riposarsi in quanto, i sintomi standard dell’influenza, prevederanno un senso di affaticamento e spossatezza generale accompagnata da dolori generalmente concentrati agli arti inferiori e mal di testa.

A tali sintomi si potrebbero aggiungere anche mal di stomaco, dolori muscolari diffusi, dolori alle articolazioni, stati febbricitanti, brividi di freddo, naso chiuso, tosse, mal di gola, difficoltà a respirare e inappetenza.

Durante l’influenza è di fatti sconsigliato seguire un periodo di digiuno prolungato in quanto l’organismo potrebbe risultare disidratato e ulteriormente indebolito dall’assenza di nutrienti essenziali.

Sarà quindi opportuno introdurre determinati alimenti in grado di risollevare la situazione, alleviando i sintomi del malessere avvertito. Tra i cibi maggiormente consigliati si trovano la pappa reale, la frutta, la verdura sotto forma di vegetali, brodi di carne, alimenti ricchi di fibre e bevande quali tè e camomilla.

Per combattere l’azione del virus l’organismo necessiterà di un maggior apporto di vitamine presenti all’interno della frutta che potrà essere frullata e consumata fresca in alternativa. Gli alimenti come i brodi di carne o i passati di verdura dovranno invece essere consumati caldi o tiepidi, assumendo un corretto apporto di acqua, tisane o infusi per contrastare la disidratazione tipica dei sintomi influenzali.

La pappa reale in questo caso risulta un alimento ricco di nutrienti e sostanze energizzanti per il corpo, mentre dormire un numero corretto di ore aiuterà il corpo a ritrovare le forze.