Esaustivo Rimedi Naturali Ansia e Pressione Alta, rimedi naturali

Ansia e Pressione Alta, rimedi naturali



Prima di parlare dei rimedi naturali contro gli stati ansioni e i sintomi della pressione alta è importante differenziare e distinguere entrambe le patologie.

L’ansia rappresenta uno stato psichico di un soggetto, di solito cosciente, correlato dalla presenza di paura o intensa preoccupazione, spesso e volentieri del tutto infondata, vigente solamente nella propria mente.

La mancata risposta all’adeguamento di tale situazione comporta nel soggetto un livello di stress psico fisico spesso debilitante. In termini medici si pensa che i circuiti neurali che coinvolgono l’amigdala e l’ippocampo siano i principali responsabili dell’ansia e questo potrebbe persino spiegare i comportamenti protettivi che si scatenano senza ragione apparente.

L’ipertensione invece, meglio conosciuta come pressione alta, è caratterizzata da una condizione clinica in cui la pressione del sangue nelle arterie della circolazione sistemica sale di livello. Ciò comporta dunque un aumento di lavoro per il cuore.

L’ipertensione comporta un alto di rischio di ictus, infarto del miocardio, insufficienza cardiaca, aneurismi delle arterie, malattia arteriosa periferica, malattia renale cronica, sino ad una riduzione dell’aspettativa di vita stessa nei casi più gravi.

 

SINTOMI DELL’ANSIA E DELL’IPERTENSIONE

In caso di stati ansiosi si denotano i seguenti sintomi:

  • motivi psicogeni dovuti all’iperattività del sistema simpatico;
  • ipersudorazione con disidratazione;
  • perdita di sali minerali;
  • tachicardia da stress;
  • sindrome da iperventilazione psicogena;
  • spasmofilia (spasmi, crampi, mioclono, parestesie);
  • affaticamento da tensione muscolare eccessiva;
  • problemi cardiovascolari o respiratori, quali asma e allergie.

In caso di ipertensione si denotano i seguenti sintomi:

  • mal di testa nella zona superiore del cranio, di solito durante la mattinata;
  • stordimento;
  • senso di vertigine;
  • ronzio o sibilo nelle orecchie;
  • capacità visive alterate;
  • episodi di svenimento.

 

RIMEDI NATURALI CONTRO L’IPERTENSIONE

L’ipertensione viene spesso associata all’obesità, con una conseguente ritenzione idrica. In questo caso l’erba cardiaca viene consigliata al fine di favorire un corretto funzionamento renale e una regolare frequenza dei battiti cardiaci. Solitamente l’erba cardiaca viene utilizzata in forma secca, lasciata in infusione in mezzo litro d’acqua bollente prima di essere filtrata e consumata in dosi di 3 tazze giornaliere.



L’infuso di timo invece favorisce e riequilibra il sonno e di conseguenza il giusto riposo, utilizzato in special modo come  fluidificante del sangue e quindi preventivo della stasi venosa. Il metodo di preparazione e il dosaggio sono uguali ai precedenti indicati.

Il biancospino invece è consigliato per chi soffre di aritmie cardiache, utilizzato in forma estratta nel dosaggio di 5/15 gocce tre volte al giorno per almeno tre settimane al mese. (disponibile anche per infusi).

L’aglio può essere invece assunto sotto forma di perle, disponibili in commercio, al fine di ridurre l’accumulo di grassi e tossine nei soggetti con ipertensione e obesità.

L’estratto di olivo infine, in dosi di 15/20 gocce di estratto fluido aiuta a riequilibrare la pressione sanguigna.

 

RIMEDI NATURALI CONTRO L’ANSIA

La tisana passiflora, acquistabile in erboristeria, viene indicata nei soggetti ansiosi come rimedio contro angoscia e insonnia, in dosi di almeno due tazze giornaliere.

Il Rescue Remedy, ovvero i cinque Fiori di Bach (Clematis, Impatiens, Rock Rose, Cherry Plum e Star of Bethelhem) viene utilizzato come un rimedio di emergenza nei soggetti ansiosi, in particolar  modo durante gli stati di panico più gravi. Tuttavia le sue dosi devono essere basse, prescritte possibilmente da una figura medica professionale.

Un altro metodo consiste nella respirazione yogica, rilassando gli stati ansiosi attraverso la respirazione, allontanando le negatività. Tale tecnica può essere effettuata in varie posizioni, caratterizzata da cinque respiri profondi per ogni zona.

L’aroma terapia invece conferisce un potere rilassante grazie al suo utilizzo in gocce, accompagnati da massaggi al fine di allentare la tensione accumulata dal soggetto.

Il tiglio e la camomilla risultano essere due piante ad effetto calmante, assunti per mezzo di comuni tisane.

Allo stesso modo la pianta valeriana, assunta in capsule o in forma di estratto secco, può calmare lo stato d’ansia, favorendo l’equilibrio del sonno, ma la sua composizione in contrasto con l’uso dei medicinali ansiosi richiede una prescrizione medica.

L’iperico e il biancospino sono spesso consigliati per via delle loro proprietà calmanti.

Infine il regime alimentare per i soggetti ansiosi dovrà essere modificato al fine di non assumere tutte quelle sostanze in grado di accelerare i processi ansiosi. Ad esempio alcolici, caffè e tutte le bevande ricche di caffeina e teina.